© LaPresse

Il motociclista Scott Redding pronto ad entrare nel mondo del ciclismo: “Mi piacerebbe correre in Europa tra 3-4 anni”

Non solo motori nel mondo a due ruote di Scott Redding. La passione del pilota della Ducati per il ciclismo è oramai cosa nota, eppure ha sorpreso la sua dichiarazione fatta a motorsport-total.com, di voler investire sempre di più in questa attività. L’inglese si è recentemente sottoposto ad un’intensa pedalata, percorrendo i 370 chilometri che separano Jarez e Portimao e adesso l’obiettivo è quello di far convivere la sua professione con la sua passione, puntando a prendere parte nei prossimi anni a qualche competizione di ciclismo in Europa.

“Ho parlato con il manager – ha dichiarato il pilota – e ha detto che posso fare entrambe le cose. Posso correre nel mondiale di Superbike, questa è la mia fonte principale di guadagno. Ho lavorato per questo per tutta la mia vita. Allo stesso tempo, posso pedalare quando torno a casa”.

Da qui l’idea di iniziare a muoversi verso il professionismo, con una formazione tutta sua, che spera di far crescere con il passare del tempo: “Vorrei fare di più nei prossimi anni per muovere un passo verso il professionismo. Sto lavorando per costruire una squadra per il 2022. Il team dovrebbe essere composto da sei corridori e io sarò uno di loro. Mi piacerebbe correre in Europa tra tre o quattro anni“.

Il classe 1993 è, però, anche consapevole delle difficoltà a cui andrà incontro: “Peso 80 chili. Ho molta potenza, ma non potrei mai battere un rivale magro in salita. Ma su percorsi normali ho la forza per tenere il passo. La maggior parte delle gare nel Regno Unito non ha salite lunghissime. […] Mi piace molto la montagna. In inverno mi alleno sempre in salita”.


• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *