© Team Sky

UAE Tour 2019, Froome guida la Sky nel suo primo vero test stagionale

Chris Froome si presenterà ai nastri di partenza dell’UAE Tour 2019 con l’obiettivo di curare la classifica generale e di misurarsi per la prima volta in stagione in salita. Reduce dalla partecipazione al Tour Colombia, nel corso del quale ha servito la causa dei compagni Ivan Ramiro Sosa ed Egan Bernal, il britannico sarà al via della corsa emiratina, che scatterà domenica 24 febbraio, con l’obiettivo di verificare il suo stato di forma in vista del grande appuntamento stagionale, il Tour de France (6-28 luglio) nel quale andrà a caccia della quinta vittoria in classifica generale. Chiuso al 91° posto la classifica generale della corsa d’esordio, il Keniano Bianco sarà scortato nell’occasione da Michał Kwiatkowski, Gianni Moscon, Salvatore Puccio, Pavel Sivakov, Kristoffer Halvorsen e Michał Gołas.

A guidarlo in ammiraglia sarà Matteo Tosatto: “È uno step molto importante per Chris – ha sottolineato l’ex corridore a CyclingWeekly – forse il primo vero test in salita per lui. Il formato è diverso rispetto al passato e gli piace molto, anche per via della cronosquadre iniziale. Il piano è che lui inizi da leader e che valuti giorno per giorno come si senta. Cercheremo di fare una bella prova”. Alto il livello degli avversari, stante la presenza al via di  Tom Dumoulin (Sunweb), Vincenzo Nibali (Bahrain-Merida) e Alejandro Valverde (Movistar): “Guardando le squadre presenti – ha proseguito Tosatto- ci sono grandi nomi. È una grande gara e la loro presenza la renderà ancora più spettacolare”.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.