Tirreno-Adriatico 2023, Filippo Ganna: “Dovrei essere al sicuro fino a Sassotetto”

Giornata tutto sommato tranquilla per Filippo Ganna alla Tirreno – Adriatico 2023. Il portacolori della Ineos Grenadiers, infatti, non ha avuto grossi problemi a difendere la sua Maglia Azzurra di leader della classifica generale nella frazione vinta a Follonica da Fabio Jakobsen (Soudal-QuickStep). Nessuno è stato in grado di impensierire il verbanese con gli abbuoni grazie al grande vantaggio con cui ieri ha dominato la cronometro di apertura. Nel corse della giornata, nonostante la maglia di leader, in alcuni frangenti il campione italiano delle prove contro il tempo è stato visto anche lavorare per i compagni di squadra, come spesso gli piace fare.

Abbiamo difeso la Maglia e domani vediamo cosa accadrà – ha dichiarato ai nostri microfoni il classe 1996 – Dovrei essere al sicuro fino a Sassotetto (la quinta frazione, ndr), ma vedremo ancora come andranno le cose”. Con calma, poi, sul pullman della sua squadra l’azzurro ha ripercorso anche la fasi salienti della tappa: “La prima parte è stata noiosa, ma è normale: tutti nella prima tappa dopo la cronometro hanno bisogno di scaldare il motore. Gli ultimi 40 chilometri sono stati un po’ più nervosi e con molto stress. Ma fortunatamente siamo una grande squadra e abbiamo difeso la maglia […] Credo che possiamo fare qualcosa di buono, ma sarà la strada a dire cosa”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio
Tappa 20 Giro d'Italia 2024 LIVEAccedi
+ +