Strade Bianche 2024, Matej Mohoric: “Questo circuito in più cambia un po’ la gara, credo che le differenze saranno maggiori”

Matej Mohoric pronto a dire la sua alla Strade Bianche 2024. Lo sloveno sarà il capitano della Bahrain Victorious per la classica toscana, nella quale spera di riuscire a migliorare il sesto posto ottenuto lo scorso anno e di lottare per salire sul podio. Intervistato dai nostri inviati, il 29enne si è ovviamente focalizzato sul cambio di percorso della gara, che ne aumenta la lunghezza e la difficoltà, ma è apparso comunque fiducioso riguardo alle proprie possibilità di ottenere un buon risultato, considerando la sua abilità di guida della bici nel fuoristrada che, lo scorso anno, gli ha permesso di conquistare il titolo mondiale nel gravel.

È sempre stato un percorso che mi si adatta bene, posso trarre vantaggio da un terreno più tecnico e spero di fare bene – le parole di Mohoric – Ho ottenuto un paio di top-10 in questa gara ma mai un podio, quindi, dopo la delusione del weekend di apertura della scorsa settimana, spero di riuscirci questa volta“.

“Questo circuito in più cambia un po’ la gara, la rende ancora più dura, ancora più a favore degli scalatori e di chi è più bravo in assoluto – ha proseguito lo sloveno – Credo che le differenze saranno maggiori rispetto al percorso più corto. Mi aspetto che la corsa inizi presto. Sempre grazie alla Visma? Penso che in generale tutti coloro che ne avranno l’occasione cercheranno di anticipare“.

Nonostante i cambiamenti di tracciato, il classe 1994 ritiene che “il settore cruciale sarà ancora quello di Sante Marie”. Riguardo ai favoriti, Mohoric punta sul connazionale Tadej Pogacar: “Penso che Tadej sia ancora il grande favorito, è il numero uno del ciclismo ormai da molto tempo e per una buona ragione”.

Rispondi

Pulsante per tornare all'inizio