Record dell’Ora, Rohan Dennis vuole riprovarci dopo Tokyo 2020

Rohan Dennis sta meditando l’assalto al Record dell’Ora. Il campione del mondo a cronometro, che proprio oggi si è ritirato dal Tour de France 2019, ha dichiarato a VeloNews di essere stuzzicato dall’idea di cimentarsi nuovamente nel tentativo di abbassare l’attuale primato dell’ora (impresa già riuscitagli nel 2015, quando percorse 52,491 km al velodromo di Grenchen). Se per anni, dopo il record stabilito da Bradley Wiggins in quella stessa stagione, l’interesse per la disciplina era scemato, con la nuova distanza percorsa quest’anno da Victor Campenaerts, la disciplina potrebbe vivere un nuovo revival.

Il ventinovenne di Adelaide ha però precisato che non vi sono ancora date certe per attuare questo suo progetto e che la preparazione, sia fisica che dei materiali, dovrà essere ben concordata e pianificata con il suo team. Per ammissione dello stesso corridore della Bahrain – Merida, i tempi per il suo tentativo di riappropriarsi del record dell’ora potrebbero essere maturi dopo le Olimpiadi di Tokyo 2020. Nel frattempo dovrebbe invece provarci nuovamente il giovane Mikkel Bjerg, che attualmente detiene la terza miglior prestazione.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.