QuickStep-AlphaVinyl, Davide Bramati: “Giro allettante per Remco, ma decideremo solo dopo aver visto i percorsi”

Davide Bramati fa il punto su quello che potrebbe essere il futuro di Remco Evenepoel. Dopo il titolo di campione del mondo conquistato a Wollongong 2022, il corridore della QuickStep-AlphaVinyl correrà un’ultima gara quest’anno prima di proiettarsi al 2023, in cui verosimilmente parteciperà a uno tra Giro e Tour. Il direttore sportivo della QuickStep-AlphaVinyl ha ammesso ai microfoni di RadioCorsa che le indiscrezioni sul percorso del Giro sono molto allettanti, ma che una decisione sul prossimo GT da far correre al vincitore dall’ultima Vuelta verrà presa solo una volta che saranno noti entrambi i percorsi completi dei primi due GT dell’anno.

“Dove può arrivare Remco? Sono anni che sappiamo di cosa è capace – ha esordito Bramati ai microfoni Rai –  Questo è un anno che ricorderemo a lungo, sia lui che la squadra. La maglia di campione del mondo è il coronamento di un sogno. Alla Vuelta anche noi non sapevamo doveva poteva arrivare, ma ha dimostrato grande carattere. Ha avuto una giornata così così solo il giorno dopo la caduta, ma poi sia lui che la squadra hanno reagito alla grande e ha portato il primo grande giro alla QuickStep. Ora penseremo alle ultime gare della stagione, poi avremo un piccolo ritiro, già subito da lunedì 10 ottobre e sicuramente ragioneremo su questo, perché penso che sia Remco che la squadra hanno fratto una grande cosa. C’eravamo andati già vicini con i secondi posti di Uran e Mas, ma ora Remco ha messo la ciliegina per pensare già al futuro. Giro prima del Tour? Negli ultimi giorni sto leggendo il percorso, che verrà presentato il 17 e sicuramente è molto appetibile, non posso negarlo. Lo analizzeremo, come abbiamo sempre fatto e poi vedremo il da farsi quando avremo analizzato anche il percorso del Tour”.

Si è parlato poi di un possibile scontro in gara con i protagonisti dell’ultimo Tour de France, Jonas Vingegaard e Tadej Pogacar: “Pogacar e Vingegaard hanno fatto vedere grandi cose al Tour, ma anche Remco le ha fatte vedere, non sono d’accordo con chi dice che alla Vuelta non c’era nessuno. C’erano Roglic, Carapaz, l’ultimo vincitore del Giro, corridori che hanno fatto due o tre volte il podio.  Remco ha dimostrato di avere un grande carattere e il giorno che si incontreranno tutti e tre sarà un grande giorno anche per i telespettatori. È vero che l’ultima settimana della Vuelta quest’anno era più facile, ma erano comunque giornate dure e Remco ha mostrato di avere una grande condizione e di essere migliorato anche nella gestione tattica della gara, come si è visto anche al mondiale. Qualcuno era scettico sulle grande salite ,ma lì è stato lui a mettere in difficoltà gli altri. Correrà l’ultima gara stagionale in Belgio e poi avrà il matrimonio e quindi lo vedremo l’anno prossimo. Per lui è stata una stagione lunga, ha iniziato a vincere a febbraio ed è arrivato al campionato del mondo. Penso che lo stiamo tutelando, in Italia lo aspettiamo nel 2023, vedremo dove”.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Rispondi

Back to top button