© ASO / Broadway

Parigi-Nizza 2019, Kwiatkowski: “Una buona crono, ora siamo in posizione perfetta”

Giornata quasi perfetta per il Team Sky alla Parigi – Nizza 2019. Non è arrivata la vittoria parziale, sfuggita per l’ottima prestazione di Simon Yates (Mitchelton-Scott), ma i due capitani della formazione britannica hanno guadagnato su tutti i rivali, presentandosi così in prima e seconda posizione al termine della temuta cronometro. In maglia gialla rimane Michal Kwiatkowski, che ora ha un vantaggio di 19 secondi sul compagno Egan Bernal, con il solo Luis Leon Sanchez (Astana) a stretto contatto, con un ritardo di 28 secondi. Tutti gli altri sono invece sopra il minuto, una posizione che chiaramente non può che far sorridere il polacco.

È stata una buona crono – spiega dopo il traguardo l’ex iridato – Non correvo per vincere, ma per difendere la maglia gialla. Ovviamente, se avessi potuto vincere, e ci ho pensato in corsa, non mi sarebbe dispiaciuto, ma Simon è stato molto forte oggi. Il vento non ha influito, alla fine penso vinca sempre il più forte. Comunque, io sono soddisfatto perché sono ancora al comando e ho anche guadagnato su tutti i miei rivali”.

A questo punto la formazione britannica è dunque in posizione di forza rispetto a tutti gli altri presentandosi con la “in posizione perfetta per difendersi”. Ma d’altro canto “la corsa non è finita anche se siamo in buona posizione”, quindi Kwiatkowski non esclude anche una corsa diversa per poter puntare ancora più in alto. “Non vediamo l’ora che arrivi il fine settimana – conclude – Non abbiamo ancora vinto, ma chissà che non possiamo anche provare a vincere le due tappe che restano. Siamo pronti e aspettiamo le montagne”.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.