Gand – Wevelgem 2017, gli italiani al via

Italiani sempre meno presenti alle gare del nord e la Gent – Wevelgem 2017 ne è una prova. Un trend che non si è affacciato da poco sul palco del ciclismo internazionale, in parte per la crescita della concorrenza dovuta all’emergere di talenti provenienti anche da movimenti diversi da quelli di tradizione centenaria, in parte per un’inflessione in termini di quantità e qualità del nostro movimento. Sono in tutto 17 i corridori tricolori alla partenza di Deinze, alcuni di loro con ambizioni di vittoria, altri per prendere familiarità con le pietre fiamminghe, senza dimenticare chi, con il proprio bagaglio di esperienza, corre in servizio della squadra.

Valutato il suo stato di forma e i recenti risultati, fra i favoriti per questa corsa non si può non inserire il bresciano Sonny Colbrelli. Il portacolori della Bahrain Merida – fra le cui fila è in gara anche il veloce ligure Niccolò Bonifazio – è reduce da un ottimo settimo posto ottenuto venerdì sulle strade della E3 Harelbeke e su un percorso accidentato – ma che favorisce un arrivo allo sprint – come quello della Gent – Wevelgem sarebbe ingiusto non inserirlo nel borsino dei favoriti. Tra gli italiani più pericolosi in gara è giusto menzionare Gianni Moscon e Matteo Trentin: il portacolori della Sky insegue un buon risultato con cui battezzare la campagna del nord 2017 e punta su una condotta di gara all’attacco, mentre il secondo rischia ancora una volta di non esprimere le sue eccellenti doti su queste strade per via di una concorrenza interna alla Quick-Step Floors davvero fuori dall’ordinario. Sacha Modolo è il capitano designato per la UAE Team Emirates e in caso di arrivo a ranghi compatti può far valere il suo spunto veloce: in alternativa, Marco Marcato è deputato a rientrare nei tentativi che si svilupperanno durante la corsa. In casa Movistar, vista la pochezza di assortimento per questo genere di corse, Daniele Bennati verrà chiamato a rimettersi in gioco o, in alternativa, a prestare la sua esperienza al servizio del team.

In casa Astana Oscar Gatto proverà a mettersi in mostra, mentre Fabio Felline, che quest’anno ha mostrato una certa dimestichezza con le strade fiamminghe, dovrà vedersela con la concorrenza interna alla Trek Segafredo guidata da John Degenkolb, per il quale presumibilmente il piemontese si sacrificherà nel caso in cui il tedesco dovesse trovarsi a lottare per la vittoria. Senza dimenticare Andrea Pasqualon, unico italiano militante fra le squadre invitate a questa corsa, che si testa su un palcoscenico prestigioso nella speranza di poter far valere il suo spunto veloce.

Il neo dottore in giurisprudenza Manuel Quinziato e il corregionale Daniel Oss saranno votati alla causa di Greg Van Avermaet, così come il piacentino Jacopo Guarnieri sarà al servizio di Arnaud Démare. Non solo punte e gregari, ma anche giovani chiamati a rimpolpare il proprio bagaglio di esperienza: questo è ciò a cui sono chiamati Filippo Ganna, Oliviero Troìa e Federico Zurlo, tutti militanti nella UAE Team Emirates, che potremmo vedere in qualche tentativo da lontano

ELENCO ITALIANI AL VIA DELLA GAND – WEVELGEM 2017

QUICK-STEP FLOORS
TRENTIN Matteo
BMC
OSS Daniel
QUINZIATO Manuel
TEAM SKY
MOSCON Gianni
ASTANA
GATTO Oscar
BAHRAIN – MERIDA
BONIFAZIO Niccolò
COLBRELLI Sonny
FDJ
GUARNIERI Jacopo
MOVISTAR TEAM
BENNATI Daniele
TREK – SEGAFREDO
FELLINE Fabio
UAE TEAM EMIRATES
GANNA Filippo
CONSONNI Simone
MARCATO Marco
MODOLO Sacha
TROIA Oliviero
ZURLO Federico
WANTY – GROUPE GOBERT
PASQUALON Andrea

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.