© Photogomez Sport

Vuelta a España 2020, Richard Carapaz: “Ho dimostrato che la vittoria del Giro 2019 non è stata un caso”

Richard Carapaz è soddisfatto del secondo posto finale ottenuto alla Vuelta a España 2020. Il corridore della Ineos Grenadiers non è riuscito nella penultima tappa di sabato a togliere la Maglia Rossa di dosso a Primoz Roglic (Jumbo-Visma), nonostante abbia tenuto tutti col fiato sospeso fino agli ultimi metri. Ma nel corso di queste tre settimane ha dimostrato ancora una volta di essere un corridore completo, tra i più forti in ottica Grandi Giri. Dopo il successo, un po’ a sorpresa, del Giro d’Italia 2019 un altro podio che certifica il valore assoluto dell’ecuadoriano.

Per me è davvero speciale essere sul podio a Madrid. Soprattutto dopo quest’anno con la situazione COVID e tutto quello con cui abbiamo dovuto convivere a casa. Ho avuto un approccio diverso a questa gara ma è fantastico finire secondo a questa Vuelta. So di avere un grande potenziale e continueremo a lavorare con la squadra per cercare altre vittorie – ha commentato dopo la corsa – Sono arrivato alla Vuelta con l’obiettivo di fare una grande gara e penso che l’abbiamo raggiunto. Ho avuto il supporto e l’obiettivo per lottare fino alla fine. Questo podio significa molto per me, dopo il Giro d’Italia 2019 ho voluto dimostrare che la mia vittoria non è stata una coincidenza e penso di averlo fatto. Sono qui per lottare per più Grand Tour”.

Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.