© Sirotti

Vuelta a España 2019, Primoz Roglic “Abbiamo già dimostrato di essere una buona squadra”

Un’altra giornata in rosso è passata per Primoz Roglic alla Vuelta a España 2019. Una giornata molto tranquilla per i big di classifica quella dell’undicesima tappa, vinta da Mikel Iturria. Il gruppo, infatti, ha lasciato andare la fuga e per tutta la giornata si è totalmente disinteressato dell’inseguimento, giungendo sul traguardo con un ritardo dal vincitore abbondantemente superiore ai diciotto minuti. I distacchi nelle parti alte della classifica generale sono quindi rimasti invariati e al termine della frazione di oggi, passata in tranquillità, Primoz Roglic ha già portato la sua attenzione sull’insidiosa tappa di domani con arrivo a Bilbao, ricordando la forza del suo team.

“La squadra ha fatto un buon lavoro oggi- ci ha tenuto a sottolineare lo sloveno della Jumbo-Visma ai nostri microfoni- Tony Martin, il mio compagno di stanza, è un corridore molto forte. Lui e Leonard Hofstede sono qui per tirare in pianura. Sepp Kuss e George Bennett sono degli scalatori. Neilson Powless sa fare tutto e Robert Gesink è un altro che va molto forte in montagna. Abbiamo già dimostrato di essere una buona squadra. Non penso che la tappa di domani sia più pericolosa di una grande tappa di montagna, non ho problemi sulle salite brevi”.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.