Vuelta a España 2019: il nuovo leader Nicolas Edet: “Era da inizio Vuelta che pensavo alla Maglia Rossa e oggi ci sono riuscito”

Al termine dell’ottava tappa è cambiata ancora la Maglia Rossa di leader alla Vuelta a España 2019. Questa volta, sul traguardo di Igualada, il simbolo del primato della corsa iberica è finito sulle spalle di Nicolas Edet, corridore francese della Cofidis. Il 31enne, che già in passato aveva indossato una maglia distintiva alla Vuelta (quella a pois, nel 2013, che poi si aggiudicò), faceva parte della fuga di 21 corridori che ha caratterizzato la frazione odierna e, nel gruppo degli attaccanti, era quello più vicino in classifica generale a Miguel Angel Lopez (Astana). Il colombiano perde così il simbolo del primato per la terza volta in una settimana, facendo così la felicità del corridore transalpino, a cui non dispiacerebbe emulare le gesta di un suo connazionale famoso.

Mi hanno detto che anche Bernard Hinault aveva preso la maglia di leader a Igualada – esordisce Edet –  Ha così tanti record, è bello condividerne uno con lui. Prendere la Maglia Rossa è qualcosa di totalmente diverso da una vittoria di tappa o dalla maglia a pois che ho vinto nel 2013. A sua volta, salire sul podio a Madrid significa più di una vittoria di tappa. Questa era l’opportunità di una vita per prendere la maglia di leader e ho dovuto cogliere questa opportunità”.

Il corridore della Cofidis ammette che era da un po’ che voleva indossare questa maglia: “Ho avuto la Roja in mente sin dall’anno scorso quando Jesus (Herrada, ndr) l’ha indossata e mi son detto che potevo riuscirci anch’io. Era dall’inizio della Vuelta che ci pensavo e oggi ci sono riuscitoBisogna godersi questi momenti al massimo, darò tutto quello che ho per difendere la maglia. Non voglio avere alcun rimpianto domani”.

Ovviamente, in questi momenti un pensiero va anche alla famiglia, che durane l’annata un ciclista non riesce a vedere molto spesso: “Salire sul podio è una ricompensa per la mia famiglia. Come corridore, fai dei sacrifici, non vedi i tuoi genitori, tua moglie, i tuoi figli. Mia figlia spesso mi chiede un leone dal Tour de France (riferendosi al pupazzetto dato in premio al leader della corsa, ndr). Avrà il toro spagnolo, è bello lo stesso”.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Rispondi

Back to top button