UAE Team Emirates, Tadej Pogacar: “Presto verrò al Giro d’Italia, ma non posso promettere niente per il prossimo anno”

Forse non accadrà già nel 2024, ma Tadej Pogacar sembra intenzionato a correre il Giro d’Italia nel prossimo futuro. Il fenomeno sloveno ha finora partecipato a una Vuelta a España, nel 2019, e a quattro edizioni consecutive del Tour de France (dal 2020 al 2023), ma non ha mai fatto visita alla Corsa Rosa, posta in calendario tra quelli che solitamente sono due suoi grandi obiettivi durante la stagione, le classiche di primavera e la Grande Boucle. Dalle indiscrezioni emerse nelle ultime settimane, questi sembrano essere gli obiettivi principali del corridore dell’UAE Team Emirates anche per il prossimo anno, ma il 25enne non ha comunque mai scartato completamente l’ipotesi Giro, al quale ribadisce di voler prendere parte prima o poi.

“Adoro l’Italia, mi piace tutto: le corse, il cibo – ha dichiarato Pogacar ai microfoni Sky durante l’evento annuale organizzato dai suoi procuratori, Alex e Johnny Carera, per festeggiare la stagione conclusa – Presto verrò al Giro. Ancora non posso promettere niente per il prossimo anno, posso però promettere che verrò in Italia più spesso di quanto ho fatto quest’anno“.

Più Italia, dunque, nella prossima stagione per il classe 1998, che ha poi speso belle parole per due grandi corridori italiani del recente passato, Vincenzo Nibali e Marco Pantani: “Vincenzo è stato uno dei corridori più forti al mondo. Ha compiuto un’impresa straordinaria vincendo tutti e tre i Grandi Giri e questo per me è un grande obiettivo per il futuro. Ero invece troppo piccolo per seguire Pantani. So che è stato un idolo nella sua epoca e so che in Italia ha lasciato un grande ricordo. Ha ancora tantissimi tifosi, è stato un grande campione. Non posso dire sia stato un mio idolo quando ero piccolo, ma di certo è stato uno dei più forti al mondo“.

Rispondi

Pulsante per tornare all'inizio