© Sirotti

Tour de France 2021, Wout Van Aert: “Sembrava che ci marcassimo, ma io e Van der Poel abbiamo anche collaborato, era più sensato. Sono troppo pesante per fare classifica”

Wout Van Aert racconta la sua giornata (l’ennesima della carriera) in compagnia di Mathieu van der Poel al Tour de France 2021. I due facevano parte della fuga a 29 che ha caratterizzato la giornata, da cui è poi uscito il vincitore di tappa Matej Mohoric, e si sono spesso marcati, anche perché il corridore della Jumbo-Visma era (ed è ancora) quello più vicino in classifica al corridore della Alpecin-Fenix, che voleva difendere la sua maglia gialla. Il campione belga, però, ha sottolineato anche come lui e il suo eterno rivale abbiano collaborato in alcuni frangenti, soprattutto nel finale, per guadagnare su tutti gli altri.

Forse sembrava che abbiamo corso marcandoci – ha esordito – Anche perché ovviamente ero il più pericoloso in classifica per lui ed è normale non mi abbia lasciato andare, ma abbiamo anche lavorato assieme. Non ci sono risentimenti tra noi. Alla fine abbiamo deciso di collaborare perché Asgreen era davanti, quindi, visto che non ci staccavamo, era più sensato lavorare assieme per guadagnare sugli altri e riprendere Asgreen”.

Dopo la debacle odierna del suo capitano Primoz Roglic, per il classe ’94 sembrano aprirsi interessanti scenari di classifica, che lui però per il momento respinge: “Sono troppo pesante per fare classifica. Al momento sono davanti quindi è bello giocarmela e continuare a provarci ed essere protagonista”.

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.