Giro d’Italia 2023, una prima settimana “al di sopra delle aspettative” per la Eolo-Kometa: “E davanti abbiamo altre tappe a noi congeniali”

La Eolo-Kometa può sicuramente essere soddisfatta della prima settimana del Giro d’Italia 2023. La formazione italiana, che in quanto Professional ha ricevuto una WildCard per partecipare alla gara, dopo nove frazioni è riuscita già a portarsi a casa un successo di tappa grazie all’affermazione di Davide Bais nell’arrivo in salita di Campo Imperatore al termine di una fuga da lontano. Oltre alla vittoria del 25enne, che attualmente veste anche la Maglia Azzurra di leader della classifica GPM, la squadra è stata protagonista anche di altri cinque piazzamenti nella top-10, soprattutto con Vincenzo Albanese.

Finora, il Giro è stato al di sopra delle aspettative, e davanti abbiamo altre tappe che sono ancora a noi congeniali“, ha dichiarato in conferenza stampa il team manager Ivan Basso, che ha risposto anche ad alcune indiscrezioni che volevano la squadra in chiusura a fine stagione: “Non c’è alcun rischio di questo tipo, è stata una forzatura giornalistica. Per tutte le squadre arrivano dei momenti in cui bisogna fare dei ragionamenti con gli sponsor, ma il futuro è assicurato“.

Tra i corridori del team che potranno essere protagonisti nelle prossime due settimane c’è sicuramente Lorenzo Fortunato: “Nell’unico momento in cui finora i big hanno dato battaglia, a Fossombrone, stavo bene, ma ero un po’ dietro quando è iniziata la salita. Mi sento comunque bene, vediamo come vanno i prossimi giorni. La mia priorità è una vittoria di tappa, poi la Maglia Azzurra può essere una conseguenza di questa. Se lotteremo io e Davide Bais per la Maglia? Beh, sarebbe bellissimo, sia se io la togliessi a lui e sia se lui vincesse la classifica. Speriamo proprio che possa andare così”.

Chi proverà a sbloccarsi al Giro dopo tanti piazzamenti è Vincenzo Albanese, che però sta facendo i conti con qualche problema di salute: “Finora per me è stato un buon Giro, è bello riuscire a combattere con grandissimi velocisti negli arrivi in volata. Adesso ci sono altre due-tre tappe adatte a me e cercherò di fare il massimo, anche se ora sto facendo i conti con il raffreddore“.

Nonostante il successo nella settima tappa, Davide Bais promette battaglia anche nelle prossime giornate, soprattutto per la Maglia Azzurra: “La vittoria di Campo Imperatore sarà indimenticabile, sto iniziando a realizzarla. La Maglia Azzurra? Vorrei portarla fino a Roma e per questo cercherò di andare ancora all’attacco nelle prossime tappe“.

Rispondi

Pulsante per tornare all'inizio
Tappa 1 Tirreno-Adriatico 2024 LIVEAccedi
+