Giro d’Italia 2022, Biniam Girmay fa la storia dei GT: “Un momento storico per tutti gli africani”

Biniam Girmay scrive un altro meraviglioso capitolo della sua storia e di quella del ciclismo al Giro d’Italia 2022. Il corridore di una Intermarché – Wanty – Gobert pronta a mettersi al suo pieno servizio non ha deluso il grande lavoro dei suoi compagni trionfando davanti a Mathieu Van Der Poel (Alpecin-Fenix) al termine di uno sprint lunghissimo, preso in testa a 400 metri dalla conclusione. Una volata splendida che consegna al classe 2000 la prima vittoria di un ciclista africano di colore in un grande giro, oltre che ovviamente alla Corsa Rosa.

“Sono venuto qui con la voglia di vincere una tappa e tutta la squadra ha lavorato per me oggi – commenta ai nostri microfoni dopo il traguardo – Anche i corridori che fanno la classifica sono stati al mio fianco e mi hanno aiutato, come Domenico Pozzovivo che è stato straordinario nel finale. Ai 600 metri dall’arrivo mi ha detto di seguirlo, è andato a tutta per lanciarmi lo sprint e mi ha aiutato a vincere. Tutta la squadra ha fatto un grandissimo lavoro tutto il giorno. Hanno controllato la corsa e sono stati sempre davanti. Non ho parole per ringraziarli di quello che hanno fatto oggi”.

Felicitato dai rivali sin da prima di passare il traguardo, provocando una enorme ovazione del pubblico (addetti ai lavori compresi) al momento della sua vittoria, il 22enne eritreo sa di aver fatto ancora una volta la storia dopo lo splendido trionfo della Gand-Wevelgem: “Oggi è un giorno storico, lo voglio dedicare innanzitutto alla mia famiglia e alla mia squadra, gli sono davvero grato per tutto quello che mi hanno dato. È davvero incredibile, è il mio primo Giro e il mio primo GT in carriera… E sono già riuscito a vincere. È un momento storico per tutti gli africani, qualcosa di davvero molto emozionante”.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button