© Jojo Harper

Giro d’Italia 2021, Vincenzo Nibali: “Mi sono difeso, ho stretto i denti e non sono affondato. E questo mi conforta”

Vincenzo Nibali vuole provare a lasciare il segno in questo Giro d’Italia 2021. Lo Squalo dello Stretto, che a causa della frattura al polso rimediata a metà aprile non si è ovviamente presentato al meglio al via della Corsa Rosa, ha finora sempre pagato qualcosa nei confronti degli avversari nelle tappe che si sono concluse in salita. Tuttavia, il 36enne siciliano è ancora pienamente in classifica, avendo un ritardo di 2’16” dalla Maglia Rosa Egan Bernal (Ineos Grenadiers) e di poco più di un minuto dalla top ten, e le giornate a lui più congeniali devono ancora arrivare. Ci sarà dunque spazio per vedere azioni del corridore della Trek-Segafredo, le cui sensazioni migliorano di giorno in giorno.

“Siamo arrivati a metà Giro e per me non è stata una corsa semplice, finora – ha esordito Nibali, ribadendo quanto affermato anche ieri – Ero ovviamente consapevole dei tanti punti interrogativi che potevo avere trovandomi al via con un avvicinamento con certo ideale. La frattura, i giorni di allenamento persi e l’impossibilità di lavorare sulla condizione con una corsa hanno reso questa prima metà di Giro complicata. Sottolineo che è stato un inizio tosto per tutti. I giorni che non si sono chiusi con una volata sono stati impegnativi. Salite, strappi, ritmo alto. Ho pagato, ma non sono certo affondato. Mi sono difeso, ho stretto i denti. E questo mi conforta in vista del Giro che rimane“.

“Lo ripeto, il mio Giro è iniziato in salita, ma ribadisco anche la mia voglia di cercare il modo per lasciare un segno – ha proseguito il siciliano – Ho fatto l’impossibile per essere al via perché ci tenevo. Quando ce l’ho fatta, l’obiettivo si è spostato sulla voglia di onorarlo. Giorno dopo giorno le sensazioni migliorano e ora arrivano le montagne. Vediamo quello che, personalmente, potrò fare. Nel frattempo, come squadra, stiamo facendo bene e voglio dare il mio contributo. Ciccone si sta dimostrando in grande condizione. Merita fiducia e supporto. Mancano dieci tappe al Giro, le più dure. Servirà compattezza e concentrazione“.

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.