© Sirotti

Giro d’Italia 2018, Formolo soddisfatto all’arrivo: “Una tappa indimenticabile”

Altra grande prova di maturità da parte di Davide Formolo al Giro d’Italia 2018. Il portacolori della Bora – Hansgrohe è riuscito a concludere per la sesta volta tra i migliori dieci dell’ordine d’arrivo di questa centounesima edizione dell Corsa Rosa, confermandosi tra i migliori in salita. Dopo la seconda posizione ottenuta a Montevergine di Mercogliano e la terza di Osimo, arriva un’altra bella iniezione di fiducia per il 25enne veneto, giunto alla sua quarta partecipazione consecutiva al Giro, con un successo di tappa nel 2015 e un piazzamento nei dieci lo scorso anno. Formolo si è ben comportato in tutte le tappe di montagna presentate dal percorso di questo Giro. A dimostrazione di questo fatto testimonia la sua presenza nel gruppetto dei migliori nel tratto sterrato del Colle delle Finestre, quando Chris Froome (Team Sky) ha deciso di dare il colpo deciso.

Da quel momento in poi sono stati dolori per tutti e Formolo si è difeso alla grande insieme al compagno di squadra Patrick Konrad, arrivando in settima posizione sul traguardo di Bardonecchia, a 8’22” dal vincitore di giornata. Sicuramente dalle sue parole traspare la soddisfazione per quello fatto vedere sulle difficili asperità presentate dal percorso, lungo il quale ha chiaramente confermato di essere una delle migliori promesse del movimento italiano, con la possibilità di giocarsela con i migliori in salita.

“È stata una tappa incredibile – commenta dopo il traguardo – Il ritmo è stato alto e diversi corridori hanno provato ad attaccare. Non appena abbiamo raggiunto l’inizio del Colle delle Finestre, diversi corridori si sono staccati, ma io credo che abbiamo lavorato davvero bene insieme. Patrick ed io siamo rimasti nel secondo gruppo inseguitore mentre la corsa si avviava verso la salita finale. Abbiamo corso insieme ed entrambi siamo arrivati al traguardo tra i primi dieci”.

Oggi c’è ancora una tappa difficile da correre e il nostro giovane talento si trova in undicesima posizione della classifica generale, a poco più di un quarto d’ora dalla Maglia Rosa. Sicuramente il terreno gli portebbe permettere di fare ancora qualche passo avanti nella generale, sperando di rivederlo domani a Roma nuovamente in Top 10, come nella scorsa edizione. Un risultato che, dopo la delusione dell’Etna, quando perse cinque minuti, sembrava ormai quasi insperato.

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.