LINK UTILI GIRO D'ITALIA 2018
 GUIDA STARTLIST PERCORSO NOTIZIE INTERVISTE RISULTATI CLASSIFICA
LINK UTILI GIRO D'ITALIA 2018
 GUIDA NOTIZIE INTERVISTE RISULTATI CLASSIFICA
© Team Sunweb

Giro d’Italia 2018, Dumoulin soddisfatto: “Contento che questa tappa sia passata”

Un’altra tappa al sicuro viene archiviata da Tom Dumoulin. Il campione uscente del Giro d’Italia 2018 ha mantenuto la seconda posizione in classifica generale a Imola, in una giornata resa molto difficile dalle condizioni atmosferiche avverse. A meno di un minuto dalla maglia rosa Simon Yates (Mitchelton-Scott), il capitano del Team Sunweb può nutrire l’ambizione di bissare il successo in Italia, avendo dalla sua la cronometro in Trentino di martedì. Il campione del mondo a cronometro ha dunque commentato con soddisfazione l’esito della frazione odierna.

Siamo sopravvissuti ancora – ammette –  Non ho potuto vedere molto di più per la pioggia, è stato abbastanza pericoloso. Mi aspettavo e speravo in uno sprint di gruppo, ma è diventato pericoloso a causa delle condizioni atmosferiche”. Parole che non celano una certa preoccupazione per questo tipo di giornate, in cui basta un piccolo imprevisto per compromettere la classifica generale.

“Devo tenere sempre l’interruttore accesso ed essere costante all’erta come uomo di classifica  – ha poi aggiunto Dumoulin – Sono contento che questa tappa sia passata“. L’obiettivo a questo punto sarà passare indenni anche la giornata di domani, per poi battagliare con gli altri uomini di classifica sullo Zoncolan, la salita che rappresenta l’atteso spartiacque di questa edizione della Corsa Rosa.

Fa eco alle parole del proprio capitano l’americano Chad Haga: “Speravamo che il tempo tenesse. È stato il meteo che ha cambiato la giornata. Quando cade la pioggia il ritmo si alza e la corsa cambia. Eravamo in testa al gruppo, consapevoli che ogni volta che uscivamo da una città c’era il rischio di un frazionamento, con la pioggia a incrementare le chances di ventagli. Per fortuna eravamo in buona posizione e siamo riusciti a proteggere Tom per un altro giorno”.

Sulla stessa lunghezza d’onda il pensiero del direttore sportivo Marc Reef: “Quella che sulla carta sembrava una tappa per velocisti si è rivelata essere diversa. A causa della pioggia la corsa è esplosa a trenta chilometri dall’arrivo, ma il gruppo si è ricompattato appena prima della salita. Poi alcuni uomini di classifica hanno attaccato e alla fine un gruppo più piccolo è arrivato al traguardo. Sia Tom sia Sam (Oomen, ndr) sono arrivati al traguardo in salvo“.

Vedi Anche

Giro d’Italia, Dennis pensa positivo: “Non tutte le salite saranno così dure. La top ten è ancora possibile”

Le rampe dello Zoncolan respingono le ambizioni di alta classifica di Rohan Dennis al Giro …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *