Arkéa-Samsic, Nairo Quintana: “Non ho visto il documentario Movistar, non mi piace ricordare i momenti brutti”

Nairo Quintana non ha guardato il documentario della Movistar. In “Dietro l’ultima curva” vengono raccontati tutti i retroscena della scorsa stagione all’interno della compagine di Eusebio Unzué, dall’infortunio di Valverde in un’impennata al rapporto non propriamente idilliaco tra Nairo Quintana e Mikel Landa al Tour 2019. In una diretta Instagram, il vincitore del Giro d’Italia 2014 ha ammesso di non aver guardato il documentario perché gli evoca “brutti ricordi”. Lo scalatore sudamericano, passato quest’anno all’Arkéa-Samsic, con 5 successi già all’attivo, ha ricordato anche quello che ha provato durante le registrazioni del documentario.

“Non ho avuto l’onore di vederlo, ma ho sentito molti commenti – ha esordito – Posso dirvi solo quello che ho provato durante le registrazioni perché non l’ho visto. Ci sono cose che mi sono piaciute e cose che non mi sono piaciute e a volte non mi piace ricordare i brutti momenti. Dietro l’ultimo curva è qualcosa di molto rischioso. Non viene nascosto davvero nulla di quello che succede all’interno del team e come a noi, questo succede in tante altre squadre” ha poi commentato prima di chiudere dicendo che porterà sempre con sé il positivo degli anni passati nel team iberico.

Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.