© PostNord Danmark Rundt

Veranda’s Willems-Crelan, la contesa con Van Aert finisce in tribunale: ci vorranno almeno 11 mesi

Approda in tribunale la diatriba tra Wout van Aert e la Veranda’s Willems – Crelan. La rottura unilaterale del contratto da parte del corridore non si chiaramente conclusa in maniera amichevole tra le parti, che ieri, tramite i propri legali, si sono presentati per la prima volta davanti ad un giudice del tribunale del lavoro di Mechelen, dove sono state stabilite le prime condizioni della disputa. Secondo quanto riporta Het Nieuwsblad le parti hanno stabilito un periodo di dieci mesi per lo scambio di argomentazioni, documenti e prove. Il giudice ha dunque stabilito questo periodo per le fasi preliminari, con la prima vera udienza che a quel punto arriverà non prima di un mese dopo, portando così a un minimo di 11 mesi.

Attualmente il corridore è senza contratto, correndo da corridore libero nel Ciclocross, dovendo inoltre aspettare il via libera dell’UCI per poter eventualmente negoziare un nuovo contratto su strada per la prossima stagione. Se da Aigle non dovessero valutare legittima la rottura del contratto con la formazione di Nick Nuyens, Van Aert non potrebbe infatti siglare un accordo con una nuova squadra (con ogni probabilità la LottoNL – Jumbo, con la quale ha già un accordo per il 2020, ma che è pronta ad anticipare di un anno il suo arrivo).

In favore del tre volte iridato del ciclocross tuttavia  il fatto che la società di gestione dovrebbe cambiare con la fusione tra il team belga e la Roompot – Nederlandse, dando così vita alla Roompot – Charles. In questi casi i contratti passerebbero di proprietà, ma solo previo accordo con il corridore, che chiaramente non avrebbe interesse a darlo. La giustizia sportiva potrebbe dunque così dare il suo benestare al passaggio in un’altra squadra, mentre la giustizia civile seguirà il suo corso parallelamente, senza tuttavia condizionare la carriera del corridore. Al quale, eventualmente, verrà chiesto di rimborsare alla squadra gli stipendi non pagati, con eventuali penali e rimborso delle spese legali.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.