© LaPresse

UAE Tour 2021, Vincenzo Nibali: “Per essere il mio primo arrivo in salita, è andata bene”

Appare piuttosto soddisfatto Vincenzo Nibali al termine della terza tappa dell’UAE Tour 2021. Nella frazione che terminava sull’ascesa di Jebel Hafeet, conquistata da Tadej Pogacar (UAE Team Emirates), il siciliano della Trek-Segafredo ha concluso al tredicesimo posto con un ritardo di quasi un minuto e mezzo dal vincitore, dopo aver perso contatto dai migliori a metà salita in conseguenza dell’accelerazione operata dai corridori della Ineos Grenadiers. Il 36enne, alla seconda gara del 2021 dopo aver esordito ad inizio mese all’Etoile de Besseges, sta lavorando per migliorare la condizione in vista degli appuntamenti stagionali più importanti, che vedranno lo Squalo dello Stretto impegnato soprattutto in Italia a partire dal mese di marzo.

È stata la mia prima tappa di montagna della stagione ed è andata piuttosto bene – ha dichiarato Nibali – Jebel Hafeet è una salita dura che, in passato, per le sue caratteristiche, non sempre ho digerito bene. Per essere il primo test con un arrivo in salita, è andata bene, ora mi concentrerò sulle prossime tappe per far crescere ulteriormente la condizione“.

Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.