© Sirotti

Tour Down Under 2019, Bevin vede la vittoria finale: “Ora bisogna tenere d’occhio tutti”

Al termine della quarta tappa del Tour Down Under 2019, Patrick Bevin è riuscito a mettere altri secondi in saccoccia. L’atleta del CCC Team si è reso nuovamente protagonista in volata, piazzandosi al secondo posto, alle spalle di Daryl Impey (Mitchelton-Scott). Considerato l’insidioso strappo di Montacute a pochi chilometri dal traguardo, per il neozelandese si tratta di un ottimo risultato che lo tiene saldamente in testa alla classifica generale. Ad inseguirlo ci sono ora lo stesso sudafricano a sette secondi e Luis León Sánchez (Astana) a undici, mentre tutti gli altri favoriti sono distanti 21 secondi.

“È un peccato che Impey sia riuscito a scollinare con noi, ma terminare secondo e riuscire a tenere la maglia di leader era lo scenario ideale per noi – spiega Bevin – Oggi siamo stati aiutati molto dalle altre squadre a tenere chiusa la corsa, perché li avevamo avvertiti che non avremo fatto tutto da soli”.

L’esame finale è previsto per domenica, quando sull’Old Willunga Hill dovrà difendersi dagli attacchi dei suoi avversari: “Ci sono ancora due tipi di corridori che possono vincere la generale: i velocisti che sanno tenere in salita, Impey in primo luogo, e poi ovviamente gente come Richie Porte. Ora dovremo controllare tutti. Perdere tempo da Impey ci può stare, perché non penso che in salita vada più forte di me, ma è stato importante guadagnare secondi sugli scalatori. L’ideale sarebbe guadagnare ancora del tempo domani, perché Porte è a soli 21 secondi”.

L’ex corridore della BMC si è poi soffermato sulla particolarità della corsa australiana e sul fatto che con altre squadre difficilmente avrebbe avuto il ruolo di leader: “È una corsa per corridori completi. Devi saper andare in salita meglio dei velocisti e saper sprintare meglio degli scalatori. Personalmente, è una grande esperienza per crescere. Se avessi avuto Porte o Dennis in squadra non avrei mai potuto vincere una tappa, e tanto meno guadagnare alcuni secondi di bonus nelle prime tappe. Mi piace questo modo di correre”.

 

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *