Tirreno-Adriatico 2020, Lucas Hamilton ringrazia il rivale: “Meno male che c’era Masnada con me…”

Lucas Hamilton vincitore a sorpresa alla Tirreno – Adriatico 2020. Il portacolori della Mitchelton – Scott ha iniziato la tappa lavorando per Simon Yates, ma le circostanze di corsa gli hanno permesso di giocarsi le sue carte e l’australiano si è lanciato per cogliere la sua occasione. Già vincitore in Italia lo scorso anno con il successo alla Settimana Coppi e Bartali, il 24enne di Ararat conferma così il suo ottimo feeling con il nostro paese ottenendo oggi il suo primo successo in carriera nel WorldTour, quello solo sfiorato lo scorso anno con una bella fuga al Giro d’Italia.

“Non pensavo avrei potuto giocarmi le mie carte oggi – ammette dopo il traguardo – Ma per come si era messa la corsa ho provato a cogliere l’occasione. In salita ho cercato di stare con i migliori, poi sono stato anche fortunato a trovare Masnada nel finale. Altrimenti non penso ce la avrei potuta fare se fossi stato da solo all’attacco. Sono felice di questo successo, per noi è stata una buona giornata”.

Si passa al plurale perché, malgrado la vittoria e il quarto posto in classifica generale, il classe 1996 non è qui per fare classifica in prima persona, ma per mettersi al servizio del suo capitano. “Il nostro leader è Simon”, ribadisce con convinzione, anche se chiaramente con questa forma e con la possibilità domani di far fruttare la superiorità numerica, non è detto che qualcosa possa anche cambiare… Intanto, la Maglia Bianca di miglior giovane è sulle sue spalle, e domani in gruppo sarà facile riconoscerlo.

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.