© Team Ineos

Giro di Svizzera 2019, Egan Bernal pronto a testarsi in montagna: “Non so cosa aspettarmi, ma non vedo l’ora”

Comincia davvero oggi il Giro di Svizzera 2019 di Egan Bernal. Il giovane fenomeno colombiano della Ineos, finora, aveva badato maggiormente a rimanere con il gruppo dei migliori nelle tappe adatte ai velocisti, ma da oggi potrà ritrovare finalmente il terreno a lui più congeniale, le salite. Nelle interviste dopo l’arrivo della quinta tappa, Bernal, che insieme a Geraint Thomas sarà il leader della formazione britannica al prossimo Tour de France, si è mostrato piuttosto contento dall’arrivo delle tappe più dure della corsa elvetica.

Non vedo davvero l’ora arrivi domani (oggi, ndr). Sarà la mia prima tappa di montagna da molto tempo a questa parte, sono entusiasta”, ha commentato lo scalatore colombiano, che comunque cerca di mantenere un profilo basso, pur presentandosi come il grande favorito di giornata: “Non so esattamente cosa aspettarmi, farò solo del mio meglio e non so quale sarà il risultato. Mi sono sentito bene in allenamento, ma in gara è sempre diverso”.

Pur consapevole che “il grande obiettivo è il Tour”, Bernal proverà comunque a dare il massimo anche in Svizzera: “Spero di andare a tutto gas, questa gara è un duro allenamento per il Tour”, ha concluso il giovane fenomeno, che attualmente occupa la dodicesima posizione in classifica generale a 45 secondi dal leader Peter Sagan (Bora-hansgrohe), risultando tra i corridori meglio posizionati in classifica in virtù della buona cronometro individuale disputata il primo giorno.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.