Deceuninck-Quick-Step, morale in crescita per Remco Evenepoel: “Il Lombardia? Devo farci i conti per voltare pagina”

Remco Evenepoel sta ritrovando le migliori sensazioni. Il giovane talento della Deceuninck-Quick-Step ha da poco vinto il Giro di Danimarca 2021 e si appresta ad affrontare il finale di stagione con il morale alto dopo le critiche ricevute per una prova in linea Olimpica e un Giro d’Italia non brillanti. In un’intervista rilascia a Sporza ha raccontato le sue ambizioni per i prossimi mesi, nei quali dovrà anche scegliere se partecipare o meno a Il Lombardia dopo il brutto incidente dello scorso anno che gli è costato molti mesi di stop. Deciderà solo all’ultimo se esserci già quest’anno ma promette di tornare.

“Se avevo bisogno di questa vittoria al Giro di Danimarca? Sì forse – esordisce – Dopo le Olimpiadi avevo dei dubbi perché mi ero allenato davvero bene. Ma lì, non è andata come previsto. Ho iniziato a chiedermi se questo non fosse comunque un anno di transizione. Ho dovuto aspettare molto prima di poter rivincere una corsa in linea e l’ho fatto nel modo più bello: attaccando da solo, da lontano. Mi ha fatto sentire bene perché era la mia prima vittoria dopo la caduta. Questo mi motiverà per i prossimi mesi”.

Queste ultime prestazioni scacciano i dubbi: “Se le critiche sono state troppo dure? Diciamo che a volte mi sento come se non importa quello che faccio, non sarà mai abbastanza. Lasciami fare a modo mio e andrà bene. Non ho bisogno che nessuno mi dica cosa fare. Quando faccio le cose a modo mio, i risultati sono sempre migliori“. Quindi, con un po’ di pazienza, i risultati sono tornati: “Sapevo che sarei tornato e dovevo essere paziente. Per la mia autostima, questa è una spinta enorme. Potrò approcciare le prossime gare in modo diverso”.

Il nodo da sciogliere è quello della partecipazione a Il Lombardia: “Penso che dipenderà dalla testa. Mi piacerebbe esserci ma senza fissare un risultato nella mia testa. Non so come reagirò. Forse avrò una strana sensazione all’inizio e non riuscirò a partire – spiega – Forse sarò un po’ spaventato. Ma forse avrò la testa libera e avrò il coraggio di correre dei rischi. Vedrò il giorno stesso. Comunque, voglio tornarci. Un giorno o l’altro dovrò comunque affrontare il percorso. Devo fare i conti con quello che è successo un anno fa. Così potrò voltare pagina“.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Rispondi

Back to top button