© Deceuninck - QuickStep / GettySport

Vuelta a España 2021, Florian Sénéchal entusiasta: “Sono stato fortunato, è un bel regalo”

Stavolta tocca a Florian Sénéchal alla Vuelta a España 2021. Solitamente ultimo uomo nel treno di Fabio Jakobsen, il francese oggi ha potuto sprintare in prima persona dopo che il capitano designato si è sfilato in un finale folle, con la Deceuninck – QuickStep che ha umiliato gli avversari con un ritmo pazzesco che ha tolto (quasi) tutti di ruota. Unico a resistere senza mai neanche un cedimento è stato Matteo Trentin, che ha corso per anni con il team belga, con il quale il transalpino si è poi giocato la vittoria in uno sprint tiratissimo.

“Abbiamo fatto un treno perfetto per Fabio, poi lui in radio ha detto che potevo fare io la volata mentre lui si è lasciato sfilare, credo abbia forato – racconta al termine della tappa il francese – A quel punto abbiamo aspettato e Bert van Lerberghe ha fatto un lavoro eccezionale. Sono rimasto calmo e ho dato il massimo negli ultimi 200 metri”.

Corridore in forte crescita negli ultimi anni, ma non abituato ai successi di questa portata malgrado alcuni secondi posti prestigiosi come alla Gand-Wevelgem lo scorso anno e la E3 Saxo Bank Classic quest’anno, il 28enne di Cambrai racconta il suo turbinio di emozioni: “Non mi rendo ancora conto di aver vinto una tappa del Grand Tour. È pazzesco… All’inizio pensavo che Démare mi avrebbe passato, o Matthews, non so… Ma alla fine non è successo… Non so come ringraziare i miei compagni di squadra. Hanno fatto un lavoro pazzesco per mettermi nella posizione perfetta. Oggi sono fortunato e sono molto felice per la mia famiglia, i miei amici e mia moglie. È un bel regalo”.


• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *