Vuelta a España 2018, Nizzolo: “Ho provato ad anticipare Viviani ma non è bastato”

Giacomo Nizzolo si è dovuto accontentare della piazza d’onore nella prima volta della Vuelta a España 2018. Il velocista della Trek-Segafredo non è riuscito così a sfatare il suo tabù nelle grandi corse a tappe dopo aver centrato la bellezza di nove secondi posti in carriera al Giro d’Italia. Alla prima partecipazione nel GT iberico il 29enne milanese, che in stagione si è aggiudicato una tappa alla Vuelta a San Juan in Argentina, è stato ben pilotato nelle fasi finali della terza frazione, con arrivo ad Alhaurin De La Torre, ma nulla ha potuto contro lo strapotere di Elia Viviani (Quick-Step Floors), che se lo è sfilato di ruota nonostante il suo tentativo di anticiparlo ai 200 metri finali.

L’analisi a caldo del quinto classificato ai Mondiali di Doha 2016 ai microfoni di Cyclingpro.net: “C’è stato un po’ di caos nel finale per via delle rotonde, poi la Quick-Step ha assunto la leadership ai 500 metri dall’arrivo e io sono riuscito a prendere la ruota di Viviani. Ho provato ad anticiparlo, ma non è bastato. La forma sta ritornando. Mi dispiace perché è un altro secondo posto in un Grande Giro, ma ci riproverò”.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Quinta tappa Volta ao Algarve 2020 LIVEAccedi
+ +