© ASO / Broadway

Un Anno Fa…Giro del Delfinato 2018, Thomas esulta e punge: “Non dimenticherò quanto successo oggi”

Geraint Thomas conquista il Giro del Delfinato 2018. Il portacolori del Team Sky ha pagato leggermente dazio nell’ultima tappa della corsa a tappe francese, con arrivo a Saint-Gervais Mont Blanc, ma grazie al gran vantaggio accumulato nelle precedenti tappe ha potuto festeggiare il sesto successo della formazione britannica nelle ultime otto edizioni della corsa transalpina dopo la doppietta centrata da Bradley Wiggins (2011 e 2012) e il tris di Chris Froome (2013, 2015 e 2016).

Il gallese non ha usato giri di parole per commentare quella che ritiene essere la sua vittoria più importante su strada: “Penso che sia la mia più grande vittoria su strada. È surreale e non ho ancora metabolizzato quanto sia accaduto, perché fino ad oggi ero sempre bloccato a pensare alla tappa successiva o alla salita successiva. È una vittoria importante e grande, non avevo mai pensato di riuscire a vincerla finché ho corso su pista. Sono due tipi di competizioni diverse ed è davvero una sensazione incredibile”.

Decisivi ai fini del trionfo del 32enne di Cardiff il lavoro dei compagni di squadra, su tutti quel Tao Geoghegan Hart che lo ha pilotato alla perfezione durante tutte e quattro le tappe finali con arrivo in salita: “Devo molto ad ognuno di loro per questa vittoria per il modo in cui hanno corso, soprattutto oggi quando sono capitate queste due forature che non sono state certo il massimo. Loro hanno mantenuto la calma e l’hanno trasmessa a me, che così ho acquisito ulteriore sicurezza. Mi hanno dato la forza per riuscire a finire la corsa”.

Nella sua disamina non manca una stoccata alla Ag2R La Mondiale di Romain Bardet rea, a suo avviso, di aver provato ad approfittare dell’incidente meccanico in cui è capitato: “Daniel Martin, Bob Jungels e Adam Yates mi hanno detto tutti la stessa cosa. Che si sono sentiti alla radio con l’ammiraglia e dopo c’è stata questa accelerazione. Così vanno le corse, ma sicuramente è una cosa che non dimenticherò“.

A un mese dall’inizio del Tour de France, e con il caso Froome ancora aperto, Thomas non pensa già al ruolo che dovrà rivestire alla Grande Boucle: “Sicuramente questo risultato rappresenta una grande iniezione di fiducia. Per il momento voglio soltanto rilassarmi e godermi questa vittoria. Non vedo l’ora che arrivi luglio, su questo non c’è dubbio. La squadra si è fidata di me e io mi sono fidato di loro, è stato importante per riuscire a raggiungere questo risultato. È stata una settimana fantastica. Adesso devo pensare a riposarmi, voglio passare qualche giorno tranquillo per riprendermi dopo questo successo. Abbiamo diverse ricognizioni da fare, ci sarà da allenarsi ma bisogna anche recuperare energie mentali“.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.