© ASO / Ballet

Tour de France 2019, Giulio Ciccone si veste a sorpresa di giallo: “Fatico ancora a crederci”

Giulio Ciccone è stato senza dubbio il grande protagonista della sesta tappa del Tour de France 2019. L’abruzzese della Trek-Segafredo ha colto subito l’occasione giusta per buttarsi in fuga e tentare l’assalto a un successo di tappa che sarebbe stato di grandissimo spessore, soprattutto dopo il dispendioso Giro d’Italia disputato. Purtroppo, nonostante l’ottima giornata, la luce si è spenta a pochi metri dal traguardo costringendolo a tagliarlo in seconda posizione, ma tanto è bastato per scalzare Julian Alaphilippe dalla testa della classifica generale per soli sei secondi.

Fatico ancora a crederci perché era un sogno che avevo fin da ragazzino e oggi l’ho realizzato – ha esordito a fine tappa ai microfoni di Rai Sport – È una grandissima soddisfazione e faccio ancora fatica a crederci”. Resta comunque il rammarico per non avere anche vinto la tappa: “L’obiettivo mio e della squadra era quello di provare a vincere la tappa. Avevamo una buona occasione ma Teuns oggi è stato più forte. Ero molto arrabbiato dopo l’arrivo per il secondo posto ma quando ho scoperto che ero in Maglia Gialla tutta la rabbia è passata ed è davvero bellissimo“.

“Il Giro era il primo obiettivo dell’anno ma, visto che sono uscito con una condizione fantastica, abbiamo deciso con la squadra che avrei fatto anche il Tour come esperienza a 24 anni – ha poi aggiunto – Ho iniziato ancora meglio di quanto immaginavamo. Abbiamo una squadra forte per difendere la maglia, anche se pure le tappe piane al Tour de France sono difficili”.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.