© LaPresse

Giro d’Italia 2020, finalmente Peter Sagan! Jakob Fuglsang perde oltre 1′

La fuga sorride a Peter Sagan al Giro d’Italia 2020. Dopo due secondi posti e altri piazzamenti, lo slovacco trova finalmente la vittoria in questa Corsa Rosa, sbloccandosi dopo oltre un anno senza vittorie. Partito con decisione nella fuga del mattino, a lungo inseguita proprio per la sua presenza, il corridore della Bora – hansgrohe si gestisce nei tratti più duri per poi staccare tutti sull’ultimo strappo, riuscendo poi a resistere al ritorno del gruppo dei big, in piena battaglia. A conquistare la seconda posizione è stato un brillante Brandon McNulty (UAE Team Emirates), che anticipa gli altri uomini di classifica di una manciata di secondi con uno scatto nel finale.

Terzo di giornata, conquistando così anche quattro secondi di abbuono, Joao Almeida (Deceuninck-QuickStep) conserva la Maglia Rosa con 34 secondi su Wilco Kelderman (Sunweb) e 43 su Pello Bilbao (Bahrain-McLaren), autore di un bell’attacco che lo ha portato a pochi secondi da Sagan in vista dell’ultimo GPM, non riuscendo tuttavia a chiudere quei pochi metri che gli avrebbero probabilmente consentito di arrivare in fondo assieme al tre volte iridato. Sconfitto di giornata è Jakob Fuglsang (Astana), che nella discesa verso il traguardo ha forato, perdendo così 1’15” dai suoi rivali.

Fin dai primissimi chilometri, sono tanti gli attacchi dal gruppo maglia rosa per provare a promuovere la fuga di giornata. Dopo una ventina di chilometri riescono ad acquisire un vantaggio di una trentina di secondi Simone Ravanelli (Androni Giocattoli-Sidermec), Marco Mathis (Cofidis), Simon Clarke (EF), Matthias Brändle (Israel Start-Up Nation) e Ben Swift (Ineos-Grenadiers). Poco dopo cercano di partire all’inseguimento Andrea Vendrame (Ag2r La Mondiale), Jhonatan Restrepo (Androni-Sidermec), Josef Cerný (CCC), Thomas De Gendt (Lotto Soudal) e Mikkel Bjerg (Uae Team Emirates). Sul primo tratto della tappa, ricco di strappi, si susseguono gli attacchi del gruppo: prima Diego Ulissi (UAE Team Emirates) e poi Matteo Fabbro (Bora-Hansgrohe) ne sono protagonisti, poi si forma un gruppo piuttosto nutrito con anche corridori interessanti come Tao Geoghegan Hart (Ineos-Grenadiers) e James Knox (Deceuninck-Quick-Step). Il plotone però non approva e riesce a riassorbire tutti questi corridori.

Poco prima di Chieti attaccano allora Peter Sagan (Bora-Hansgrohe) e Filippo Ganna (Ineos-Grenadiers), con lo slovacco che transita anche primo sul GPM. Nel successivo tratto di pianura rientrano su di loro Jhonatan Restrepo (Androni Giocattoli-Sidermec), Simon Clarke (EF), Ignatas Konovalovas (Groupama-FDJ), Davide Villella e Dario Cataldo (Movistar), Ben Swift e Filippo Ganna (Ineos-Grenadiers), Stéphane Rossetto (COF) e Nicolas Edet (COF), formando un gruppetto di undici uomini al comando. Dal plotone si muovono con più ritardo Jaakko Hänninen (Ag2r La Mondiale), Simon Pellaud (Androni Giocattoli-Sidermec), Kamil Malecki (CCC), Thomas De Gendt (Lotto Soudal) e Giovanni Visconti (Vini Zabù KTM), i quali si riportano presto a una ventina di secondi dalla testa.

Quando la situazione pare essersi stabilizzata, la Groupama-FDJ si mette a tirare a tutta, fermando anche Konovalovas dal gruppo di testa, per cercare di annullare la fuga di giornata. I francesi, che sfruttano il lavoro dello stesso capitano Arnaud Démare, il quale dà i cambi ai propri compagni, fanno forcing e riprendono gli inseguitori, riportandosi a 20″ dalla testa. Davanti si rialzano quindi Ciccone, Edet e Rossetto, chi perché poco convinto dell’azione di giornata, chi perché incapace di tenere il ritmo elevatissimo dei battistrada. I francesi non riescono però nel ricongiungimento e si rialzano a 85 km dalla conclusione, lasciando che i sette leader acquisiscano 4’40” sul gruppo maglia rosa prima che la UAE Team Emirates si metta a scandire l’andatura.

Il ritmo aumenta così notevolmente , portando il distacco a scendere a 4’05” allo scollinamento di Tortoreto, ma è nella discesa che la fuga vede perdere ancora ulteriore terreno. Ai piedi della salita di Colonnella il distacco è così di 2’37”, mentre davanti inizia la bagarre in seguito ad uno scatto di Cataldo, seguito da Swift. A riportare sotto gli altri è Sagan, con Ganna e Clarke che fanno più fatica. L’italiano riuscirà poi a rientrare dopo il muro di Controguerra, che vede un cambio in testa al gruppo, grazie all’azione della NTT Pro Cycling di Domenico Pozzovivo. Il lucano è poi sfortunatissimo nella discesa seguente, dovendo cambiare bicicletta e lanciarsi all’inseguimento di un gruppo in cui comincia a scoppiare la bagarre con l’accelerazione di Pello Bilbao (Bahrain-McLaren).

Mentre davanti sono Sagan e Swift ad allungare, il basco inizia a riprendere gli inseguitori sullo strappo successivo, avvicinandosi notevolmente alla testa della corsa. Sull’ultimo GPM di giornata, quando ormai Bilbao sembra destinato a rientrare, Sagan accelera e resta da solo, tuffandosi a tutta in discesa. Appena trenta secondi più dietro c’è il gruppo, in piena bagarre con anche Joao Almeida (Deceuninck-QuickStep) a tentare l’allungo prima che sia un ottimo Domenico Pozzvovivo a piazzare una accelerazione più decisa dopo aver chiuso su un attacco di Wilco Kelderman (Sunweb). Nella discesa Sagan dà sfogo alle sue doti funamboliche, mentre Pozzovivo e Bilbao vengono ripresi da un gruppo di dodici corridori, dei quali non fa più parte Jakob Fuglsang (Astana).

Fino a quel momento brillante, il danese fora nel momento peggiore, quando le ammiraglie son lontane. A soccorrerlo è Fabio Felline (Astana) che gli passa la sua bici, ma non è semplice lanciarsi all’inseguimento dei suoi rivali, non trovando alcuna collaborazione nei corridori che si ritrova attorno, molti dei quali gregari dei suoi avversari. Il capitano della formazione kazaka finirà così col perdere 1’15” dagli altri uomini di classifica, che malgrado un forte ritmo non riescono ad andare a riprendere il battistrada, concedendo anche a Brandon McNulty (UAE Team Emirates) di guadagnare qualche secondo con un allungo in un momento di incertezza.

Risultato Tappa 10 Giro d’Italia 2020

01 Peter Sagan Bora-Hansgrohe04:01:56
02 Brandon McNulty UAE Team Emirates+ 19
03 Joao Almeida  Deceuninck-Quick Step+ 23
04 Ben Swift INEOS Grenadiers+ 23
05 Jai Hindley Team Sunweb+ 23
06 Rafal Majka Bora-Hansgrohe+ 23
07 Patrick Konrad Bora-Hansgrohe+ 23
08 Wilco Kelderman Team Sunweb+ 23
09 Domenico Pozzovivo NTT Pro Cycling Team+ 23
10 Pello Bilbao Bahrain-McLaren+ 23
11 Tao Geoghegan Hart INEOS Grenadiers+ 23
12 Vincenzo Nibali Trek-Segafredo+ 23
13 Hermann Pernsteiner Bahrain-McLaren+ 23
14 Fausto Masnada Deceuninck-Quick Step+ 23
15 Tanel Kangert EF Pro Cycling+ 50
16 Ilnur Zakarin CCC Team+ 50
17 Antonio Pedrero Movistar Team+ 50
18 Jhonnatan Narvaez INEOS Grenadiers+ 50
19 Nico Denz Team Sunweb+ 01:38
20 Diego Ulissi UAE Team Emirates+ 01:38
21 Jakob Fuglsang Astana Pro Team+ 01:38
22 Mikkel Honore Deceuninck-Quick Step+ 01:38
23 Jacopo Mosca Trek-Segafredo+ 01:38
24 Nicola Conci Trek-Segafredo+ 01:38
25 Sam Oomen Team Sunweb+ 01:38
26 Matteo Fabbro Bora-Hansgrohe+ 01:38
27 Sergio Samitier Movistar Team+ 01:38
28 James Knox Deceuninck-Quick Step+ 01:38
29 Chris Hamilton Team Sunweb+ 01:38
30 Aurélien Paret-Peintre AG2R La Mondiale+ 01:38
31 Jonathan Castroviejo INEOS Grenadiers+ 01:38
32 Attila Valter CCC Team+ 02:11
33 Davide Villella Movistar Team+ 02:11
34 Jonas Gregaard Astana Pro Team+ 02:17
35 Jhonatan Restrepo Androni Giocattoli-Sidermec+ 03:59
36 Harm Vanhoucke Lotto Soudal+ 03:59
37 Louis Meintjes NTT Pro Cycling Team+ 03:59
38 Pieter Serry Deceuninck-Quick Step+ 03:59
39 Filippo Ganna INEOS Grenadiers+ 03:59
40 Antonio Nibali Trek-Segafredo+ 03:59
41 Fabio Felline Astana Pro Team+ 06:01
42 Lawrence Warbasse AG2R La Mondiale+ 08:49
43 Andrea Vendrame AG2R La Mondiale+ 08:49
44 Ben O’Connor NTT Pro Cycling Team+ 08:49
45 Dario Cataldo Movistar Team+ 08:49
46 Victor De La Parte CCC Team+ 08:49
47 Domen Novak Bahrain-McLaren+ 12:27
48 Simon Clarke EF Pro Cycling+ 12:27
49 Rohan Dennis INEOS Grenadiers+ 12:35
50 Giovanni Carboni Bardiani-CSF-Faizanè+ 12:55
51 Thomas De Gendt Lotto Soudal+ 12:55
52