Presentazione Percorso e Favoriti Tour de l’Ain 2018

È giunto il momento del Tour de l’Ain 2018. La corsa a tappe francese si è spostata in calendario da agosto a maggio, andando in scena fra il 18 ed il 20 maggio. La manifestazione è nata nel 1989 sotto il nome di Prix de l’Amitié, per poi adottare la nomenclatura attuale dal 1992, in concomitanza con l’apertura ai professionisti. Qui la vittoria fu conquistata dal francese Denis Leproux, il quale sancì un dominio transalpino destinato a durare fino al 1997 quando ci fu la vittoria dello statunitense Bobby Julich. L’anno seguente si registrò la prima e unica vittoria italiana, con Cristian Gasperoni che riuscì a precedere il compianto Alessio Galletti. Nel corso delle stagioni, nessuno è stato in grado di replicare un successo, nonostante sul gradino più alto del podio si siano alternati corridori di spessore come Haimar Zubeldia (2010), Andrew Talansky (2012) ed un giovanissimo Romain Bardet (2013). Lo scorso anno il successo è stato griffato dal big transalpino Thibaut Pinot (Groupama-FDJ).

HASHTAG UFFICIALE: #Tourdelain

Albo d’oro Tour de l’Ain

2016 OOMEN Sam
2015 GENIEZ Alexandre
2014 LINDEMAN Bert-Jan
2013 BARDET Romain
2012 TALANSKY Andrew
2011 MONCOUTIE David
2010 ZUBELDIA Haimar
2009 TAARAMAE Rein
2008 GERDEMANN Linus
2007 GADRET John

Favoriti Tour de l’Ain 2018

Clicca qui per la startlist

Analizzando il percorso e la startlist al via l’uomo da battere è Lilian Calmejane (Direct Energie). Il corridore francese proverà in tutti i modi ad aumentare il suo bottino di vittorie, fermo a quota due al momento, potendo contare su una squadra molto forte al suo fianco con un corridore come Rein Taaramae che potrebbe rappresentare più di una semplice alternativa a Calmejane avendo già trionfato al Tour de l’Ain nel 2009. La concorrenza però sarà molto forte a partire da Tony Gallopin (AG2R La Mondiale) e David Gaudu (Groupama – FDJ). Il primo torna alla corsa dopo otto anni di assenza e proprio nella sua ultima partecipazione sfiorò per due volte la vittoria, piazzandosi al terzo posto. Per quanto riguarda Gaudu invece l’anno scorso si piazzò al secondo posto dietro al compagno di squadra Thibaut Pinot, assente quest’anno essendo al via del Giro, e proverà quindi in tutti i modi a scrivere il suo nome nell’albo d’oro della corsa.

Molto pericolosi anche corridori come Yevgeniy Gidich (Astana), reduce da un ottimo Giro di Croazia chiuso al terzo posto, Nicolas Edet (Cofidis), Brice Feillu (Fortuneo – Samsic) ed il duo spagnolo della Delko Marseille Provence KTM con Angel Madrazo e soprattutto Javier Moreno. Da non sottovalutare infine Julien Antomarchi (Roubaix Lille Metropole), Fabio Duarte (Manzana Postobon), che alla Vuelta a Madrid ad inizio mese ha sfiorato il successo finale, Anthony Delaplace (Fortuneo – Samsic) ed il giovanissimo talento della Development Team Sunweb Jarno Mobach.

Percorso Tour de l’Ain 2018

La corsa è composta soltanto da tre tappe (l’anno scorso furono cinque). Il primo atto sarà una frazione dedicata ai velocisti, mentre già dal secondo giorno si farà sul serio con la Saint-Trivier-de-Courtes – Arbent, con diverse salite da scalare e la Cote de Samognat a nove chilometri dal traguardo.

Il piatto forte sarà invece la tappa finale con l’arrivo in salita sul Col de la Faucille (1323 metri s.l.m.), ascesa di 11,1 chilometri al 6,4% di pendenza media.

Tappe Tour de l’Ain 2018

Venerdì 18 maggio : Saint-Vulbas > Montrevel-en-Bresse, 166.5 km
Sabato 19 maggio : Saint-Trivier-de-Courtes > Arbent, 150.9 km
Domenica 20 maggio : Lélex-Monts-Jura > Col de la Faucille, 133.3 km

Altrimetrie e Planimetrie Tour de l’Ain 2018

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Rispondi

Back to top button