Giro d’Italia 2023, Presentazione Percorso e Favoriti Diciottesima Tappa: Oderzo – Val di Zoldo (161 km)

Inizia il trittico che deciderà l’esito del Giro d’Italia 2023. Si torna a salire con quella che è la tappa più breve di questa edizione, ma lungo i 161 chilometri che separano Oderzo dalla Val di Zoldo non mancheranno di certo le insidie. Questa frazione, in cui sarà ricordata la tragedia del Vajont, comincerà subito in salita con il Passo della Crosetta, ma saranno gli ultimi trentacinque chilometri a promettere spettacolo con ben tre GPM, uno di prima categoria, la Forcella Cibiana, e due di seconda, compresa la rampa finale che porta verso Palafavera, dove è posto il traguardo.

ORARIO DI PARTENZA: 12:20
ORARIO DI ARRIVO (PREVISTO): 16:56-17:36
DIRETTA TV E STREAMING: 12:20-14:00 RaiSport / 14:00-17:55 Rai2 | 12:00-17:45 Eurosport 1 / Eurosport, Discovery+, GCN
HASHTAG UFFICIALE: #Giro #GirodItalia

Percorso Diciottesima Tappa Giro d’Italia 2023

Si parte da Oderzo con i primi chilometri in piano, ma si comincerà subito la lunga e impegnativa ascesa verso il Passo della Crosetta (11,6 km al 7,1%, max 11%), il cui GPM è posto dopo 40,8 chilometri. Dopo lo scollinamento, segue un tratto impegnativo tra discesa e saliscendi, che comprende anche la breve salita di Pieve d’Alpago (3,3 km al 5,5%, max 12%), che immetterà il gruppo nella valle del Piave. Da qui si risale fino a Pieve di Cadore, dove, dopo 115,7 chilometri, è posto il primo traguardo volante di giornata.

La tappa entrerà nel vivo con la salita di prima categoria di Forcella Cibiana (9.6 km al 7,8%), che presenta punte che raggiungono il 15%, dalla cui sommità mancheranno 36 chilometri al traguardo. La successiva ripida discesa porterà i corridori al secondo traguardo volante a Forno di Zoldo, da cui si risalirà subito verso Coi (5,8 al 9,7%, max 19%) lungo un’impegnativa ascesa con pendenze che sfiorano il 20%. Dallo scollinamento, da cui mancheranno circa 5 chilometri all’arrivo, segue una breve discesa per poi risalire per gli ultimi 2,7 chilometri, al 6% circa, ma con una punta al 10%, che con una sequenza di otto tornanti portano al traguardo di Palafavera.

Salite Diciottesima Tappa Giro d’Italia 2023

NOME CAT QUOTA KM INIZIO LUNGHEZZA DISL % MED % MAX
Passo della Crosetta 1 1118 40,8 29,2 11,6 821 7,1% 11%
Pieve d’Alpago 4 691 68,3 65 3,3 183 5,5% 12%
Forcella Cibiana 1 1530 135,2 125,6 9,6 756 7,8% 15%
Coi 2 1501 155,7 149,9 5,8 565 9,7% 19%
Val di Zoldo 2 1518 161 158,3 2,7 178 6,4% 10%

Favoriti Diciottesima Tappa Giro d’Italia 2023

Come sempre, in tappe di questo tipo, il successo di giornata potrebbe essere preda di cacciatori di traguardi di giornata. In caso, però, le squadre degli uomini di classifica vogliano tenere le redini della corsa, i favori del pronostico pendono per forza di cose sugli uomini di classifica. Primo fra tutti l’attuale Maglia Rosa, Geraint Thomas (Ineos Grenadiers), la cui condizione sembra in costante crescendo fin dall’inizio del Giro. Il gallese ha dalla sua una squadra sì con qualche defezione, ma comunque ancora di alto profilo, e ha l’esperienza giusta per poter gestire al meglio la situazione.

Dopo quel che si è visto sul Bondone, però, c’è grande attesa intorno a Joao Almeida (UAE Team Emirates), che è peraltro indicato da tanti rivali come il corridore più in forma. Il portoghese ha un manipolo di compagni di squadra di altissimo livello, ha sicuramente il morale molto alto e ha le qualità per fare la differenza anche in una giornata così impegnativa. Chi è atteso al riscatto è Primož Roglič (Jumbo-Visma), che ha ceduto qualche secondo sui due appena citati, ma che non è deragliato. Lo sloveno dice di non essere ancora al meglio e bisognerà vedere se la sua forma andrà in crescendo oppure in senso contrario: dovesse star bene, però, ha dalla sua delle doti di accelerazione che lo renderebbero un favorito d’obbligo.

Aprendo il capitolo-fuga, il corridore più accreditato è Ben Healy (Ef Education-EasyPost). L’irlandese è in forma smagliante, ha già vinto una tappa, ci è andato vicino in una seconda occasione e ora indossa anche la Maglia Azzurra di miglior scalatore, molla che potrebbe indurlo a provare l’attacco da lontano e a tenere botta fino a fine giornata, momento in cui è concentrato il grosso dei punti. Medesimo discorso, per quel che riguarda la classifica Gpm, si può fare per Thibaut Pinot (Groupama-FDJ), che ha ancora ambizioni di Maglia Azzurra e che è ancora alla ricerca della vittoria di tappa in questo Giro: da vedere quale sarà la strategia scelta dal francese, che potrebbe andare all’attacco da lontano, ma che potrebbe anche scegliere di rimanere coperto fino agli ultimi chilometri. In lotta per la Maglia di miglior scalatore c’è anche Einer Rubio (Movistar), altro corridore che il segno lo ha già lasciato su un traguardo e che potrebbe puntare anche a risalire la classifica generale con un attacco da lontano.

Tornando agli uomini di classifica, da vedere quali potranno essere le condizioni di Damiano Caruso (Bahrain Victorious), che ha faticato a tenere il passo dei migliori sul Bondone. Un eventuale fase di studio fra i tre attuali grandi favoriti potrebbero però aprire spazi interessanti per il siciliano, che avrà ancora a disposizione il possibile supporto di Santiago Buitrago e Jack Haig. Questi ultimi due corridori potrebbero anche provare a mettersi in proprio, in caso ci sia margine di movimento per la fuga. Ha destato un’ottima impressione anche Eddie Dunbar (Jayco-AlUla), che in salita pare avere il passo giusto per stare con i migliori e che ha a disposizione anche un supporto di qualità, soprattutto considerata la buona condizione che sta dimostrando il campione italiano Filippo Zana, altro corridore che potrebbe pure provare l’azione da lontano. Qualche possibilità va data anche a Lennard Kämna (Bora-hansgrohe), che è sempre in classifica, ma che pare più interessato a difendere la posizione finora conquistata che non a tentare una mossa che possa ribaltare il banco.

Il campo dei corridori che potrebbe animare un tentativo di attacco “extra-classifica” è decisamente ampio. Attenzione, in particolare, a Jefferson Cepeda (Ef Education-EasyPost), Patrick Konrad (Bora-hansgrohe) e Warren Barguil (Arkéa-Samsic). Quest’ultimo non sembra essere nelle condizioni migliori, soprattutto dopo l’incidente in cui è rimasto coinvolto ormai una settimana fa, ma ha la spinta della possibilità di completare la “trilogia” di vittorie di tappe nei Grandi Giri. Possibilità di mettersi in luce ce l’hanno anche Hugh Carthy (Ef Education-EasyPost), che ha anche la possibilità di entrare nella Top 10 della generale, e Ilan van Wilder (Soudal-QuickStep).Difficile, infine, immaginarsi Sepp Kuss (Jumbo-Visma), Jay Vine (UAE Team Emirates) e Thymen Arensman (Ineos Grenadiers) con ruoli diversi da quello del sostegno ai rispettivi capitani: tutti e tre hanno qualità che potrebbero permettere loro di mettersi in proprio con risultati eccellenti in chiave vittoria di tappa, ma non pare proprio la giornata adatta per “libere uscite”.

Borsino dei Favoriti Diciottesima Tappa Giro d’Italia 2023

***** Geraint Thomas
**** João Almeida, Primoz Roglic
*** Ben Healy, Thibaut Pinot, Einer Rubio
** Damiano Caruso, Jefferson Cepeda, Eddie Dunbar, Lennard Kämna
* Warren Barguil, Santiago Buitrago, Patrick Konrad, Filippo Zana, Hugh Carthy

Meteo Previsto Diciottesima Tappa Giro d’Italia 2023

Precipitazioni sparse. Possibilità di precipitazioni: 70%. Umidità relativa: 67%. Vento direzione SE fino a 11 km/h. Temperatura prevista: minima 16° C, massima 26° C.

Maggiori insidie Diciottesima Tappa Giro d’Italia 2023

A ben guardare, questa tappa è tutta un’insidia per gli uomini di alta classifica. C’è la possibilità di mettere in atto attacchi da lontano, eventualità in cui sarà necessario avere le idee chiare su quel che ci sarà da fare. Inoltre, il finale non ha un attimo di respiro, fra salite e discese che possono rappresentare lo scenario adatto a colpi di mano. Infine, dettaglio tutt’altro che trascurabile, le previsioni non escludono la possibilità di pioggia, cosa che potrebbe rendere le discese dell’ultima parte ancora più complicate.

Altimetria e Planimetria Diciottesima Tappa Giro d’Italia 2023

Cronotabella Diciottesima Tappa Giro d’Italia 2023

Rispondi

Pulsante per tornare all'inizio