Parigi-Nizza 2017, Yates: “Dovevo trovare un modo per recuperare terreno”

Simon Yates da dieci e lode alla Parigi-Nizza 2017. Il corridore della ORICA – Scott si è reso protagonista di un piccolo capolavoro nella durissima tappa di Fayence, trovando il momento giusto per allungare e fare la differenza nei confronti degli avversari. Un attacco probabilmente sottovalutato dagli altri uomini di classifica, mancando ancora più di venti chilometri all’arrivo, ma che ha sortito gli effetti sperati e ha regalato al britannico un importante successo di tappa. “Ero lontano in classifica e dovevo trovare un modo per recuperare terreno – commenta soddisfatto dopo le premiazioni – Ho anticipato poiché la salita finale era troppo corta e non c’era la possibilità di recuperare minuti. Sono partito sperando che qualcuno mi seguisse, ma ho dovuto fare tutto da solo. Ci sono riuscito, ho dato tutto me stesso”.

Ottavo a 1’37” dal leader Julian Alaphilippe, Yates può essere considerato ancora un pretendente per la vittoria, o almeno per un posto sul podio. La condizione sembra essere quella giusta e tutto questo, in parte, aumenta il rammarico per il tempo perso nei giorni precedenti. “Nei primi due giorni non è stata facile, ma il team mi ha aiutato moltissimo – spiega – Sono felicissimo di averli ripagati quest’oggi. Ora vedremo come va domani. Il livello è molto alto, ma io farò del mio meglio”.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.