Giro d’Italia 2022, Mathieu van der Poel amareggiato: “Volevo attaccare in discesa perché sembrava tecnica”

Mathieu van der Poel ad un soffio dal bis al Giro d’Italia 2022. Il portacolori della Alpecin – Fenix era tra i più attesi nella tappa di oggi sui muri marchigiani, dove già aveva dato spettacolo nel 2020 e nel 2021 alla Tirreno – Adriatico. Il due volte vincitore del Giro delle Fiandre ha fatto lavorare la sua squadra per tutto il giorno, ha provato ad attaccare sull’ultima discesa, senza però riuscire a fare la differenza. Nella volata finale si è poi dovuto inchinare davanti alla superiorità di Biniam Girmay (Intermarché – WantyGobert), che con un sprint sontuoso è andato a cogliere il successo di tappa.

“È stata una corsa difficile – ha dichiarato il classe 1995 dopo il traguardo a Wielerrvue Quello che mi ha disturbato è stato l’attacco nel finale. Avevamo guardato su VeloViewer e l’ultima discesa sembrava tecnica. Ho messo tutta la squadra a tirare perché volevo attaccare e fare la differenza in discesa. Dispiace un po’. Ho provato a recuperare, ma alla fine sono stato battuto in volata”.

Già sul traguardo, comunque, il quattro volte campione del mondo non ha mancato di congratularsi con il vincitore: “Sappiamo tutti che è un grande corridore. Oggi ha disputato una grande volata perché si è lanciato da molto lontano e non si è più fermato. Ho avuto l’impressione di poterlo superare, ma ha mantenuto l’accelerazione ed io ero già stanco comunque”.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button