Giro della Toscana 2021, le voci alla partenza: Chirico, Moscon, Petilli, Velasco, Wackermann

Qualcuno riuscirà ad anticipare la volata al Giro della Toscana 2021? Alla partenza di Pontedera i corridori si guardano attorno, discutono in gruppetti dopo aver firmato e si salutano. Il clima per certi versi è quello del rientro a scuola visto che in Italia, Europei esclusi, non si correva ormai da due mesi. Oggi inizia infatti l’intenso finale di stagione italiano, che vedrà numerose corse e possibilità per ogni tipo di corridore di dire la sua. E si comincia già oggi, con un tracciato duro quanto basta per aprire la porta agli scalatori, ma non abbastanza da escludere gli sprinter. Il nome più atteso è chiaramente quello di Sonny Colbrelli (Bahrain-Victorious), che per la prima volta indossa la sua maglia di campione europeo. È lui il grande favorito e sarà il più temuto in un gruppo e praticamente tutti ci fanno il suo nome…

Interviste alla partenza Giro della Toscana 2021

Luca Chirico (Androni-Sidermec): Diciamo che questa corsa si risolve sul Serra con un gruppetto di due o tre corridori che si avvantaggia e dietro un gruppetto di inseguitori che prova a rientrare. Mentre a Peccioli di solito arriva un gruppo abbastanza numeroso a giocarsi lo sprint sulla salita finale. Oggi la corsa si decide sul Serra e credo che la Barhein proverà a portare Colbrelli al traguardo con un gruppetto ristretto. Noi siamo molto agguerriti e saremo compatti attorno al nostro capitano Natnael Tesfazion.

Gianni Moscon (Ineos Grenadiers): Ho già vinto il Giro della Toscana e sarebbe splendido ripetermi in questa corsa. Inizia oggi il finale di stagione e voglio essere protagonista. Oggi abbiamo una squadra di altissimo livello e proveremo a fare la corsa.

Simone Petilli (Intermarché-Wanty-Gobert): La mia forma è buona. Sono uscito bene dalla Vuelta, anche se sono un po’ acciaccato per un caduta il penultimo giorno, e se ci sarà un’occasione proverò a fare risultato. Alla Vuelta ho dovuto sacrificare le mie ambizioni per i capitani, prima Taramae poi Eiking, ma ci siamo divertiti perché era per una buona causa ed è stata davvero una bellissima esperienza.

Simone Velasco (Gazprom-Rusvelo): La condizione è buona, ma il parterre di oggi è molto agguerrito quindi sarà difficile riuscire a centrare il risultato pieno. Faremo comunque il possibile e vediamo come si mette la giornata. In ogni caso, sono caldo e voglio ripetermi in questo finale di stagione: dopo il successo in Francia mi sento più libero mentalmente e non ho più pressione addosso.

Luca Wackermann (EOLO-Kometa): Oggi la corsa sarà un po’ da interpretare perché può risolversi in diversi modi. Il favorito è Sonny Colbrelli che dopo aver vinto gli Europei domenica proverà a ripetersi e la sua squadra cercherà di tenere controllata la corsa per portare al traguardo Sonny in un gruppetto ristretto, oppure qualche scalatore che potrebbe far saltare il banco sulla salita del Serra. Noi vediamo come si mette la gara e proveremo ad interpretarla al meglio per fare risultato.

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.