Bolton Equities Black Spoke, la squadra rischia la chiusura: forse si riesce a fare una continental

Bolton Equities saluta dopo quattro anni e la squadra neozelandese rischia di chiudere. Dopo quattro anni di grande crescita che hanno portato il team ora noto come Bolton Equities Black Spoke a diventare professional, le difficoltà logistiche e organizzative, nonché chiaramente anche economiche, rischiano di dover interrompere l’avventura visto il passo indietro del main sponsor. Dopo una naturale progressione fino ad approdare quest’anno nella seconda categoria del ciclismo, risultato storico per il paese, non è dunque possibile proseguire a questo livello e “il ritorno alle divisione continental offre un percorso più sostenibile”, come spiega chiaramente lo stesso team che negli ultimi due anni vanta 49 successi e si è sempre fatto notare tra le prime 25 squadre al mondo.

“Bolton Equities continuerà a sostenere la squadra come sponsor non ufficiale – prosegue la nota – Tuttavia, sono necessari altri sponsor per procedere con la stagione 2024 a livello continental“. Attualmente dunque la sopravvivenza del team non è ancora garantita e molti corridori che qui avevano trovato una loro importante dimensione, come il campione del mondo della corsa a punti Aaron Gate e il giovane talento emergente George Jackson, che si sta mettendo in mostra proprio i questi giorni al Tour de Langkawi rischiano di restare senza squadra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio