© ASO / Charly Lopez

UAE Team Emirates, Tadej Pogacar rinnova fino al 2027: “Questa formazione mi si adatta alla perfezione”

Prosegue a gonfie vele il matrimonio tra Tadej Pogacar e la UAE Team Emirates. La formazione emiratina ha voluto blindare ulteriormente il proprio fenomeno, raggiungendo un nuovo accordo che lega le parti almeno sino al termine del 2027, con un adeguamento di contratto che aggiunge (oltre all’aspetto economico) anche un ulteriore anno al precedente accordo in scadenza nel 2026, che era stato firmato recentemente aggiungendo due stagioni rispetto quello in vigore ad inizio stagione (con scadenza nel 2024). Una conferma della fiducia della squadra nel proprio talento, ma anche dello sloveno rispetto ad un team che non sempre è apparso ineccepibile in suo supporto, ma indubbiamente in grande crescita.

“Sono molto felice di poter abbinare il mio futuro alla squadra e di confermare la mia permanenza nel team per i prossimi anni – commenta il due volte vincitore del Tour de France –  Qui mi sento a casa, come in una grande famiglia. Questa formazione mi si adatta alla perfezione e sono fortunato nel poter affermare che vivo fianco a fianco con persone che rappresentano amici, non semplicemente colleghi. Sono entusiasta se penso ai prossimi anni e a quello che potranno portare in dote, sperando che possano arrivare ancora più successi per me e per la squadra. Inoltre, mi auguro che noi tutti possiamo contribuire a portare ancora più giovani a pedalare in sella alla loro bici”.

Il classe 1998, che al ritorno dai Giochi di Tokyo 2020 in cui ha conquistato il bronzo nella prova in linea si è fermato negli Emirati Arabi per firmare il nuovo contratto, diventa così il corridore con il contratto in vigore più lungo nel gruppo, primato che sino a stamani condivideva con Remco Evenepoel. L’altro gioiellino del team emiratino, lo spagnolo Juan Ayuso, ha invece un accordo al momento sino al 2025, mentre per tutti gli altri si arriva al massimo al 2024.

“Continuiamo a costruire una formazione di giovani talentuosi in grado di avere futuro e Tadej è sempre stato una parte importante di questo processo sin dal suo inizio – spiega il Team Manager Mauro Gianetti – L’abbiamo visto crescere, da ragazzo è diventato un giovane coscienzioso e ha conquistato traguardi fantastici. Pogačar è un’ispirazione non solo per i suoi compagni, ma per un’intera generazione di giovani ciclisti negli Emirati Arabi Uniti e in tutto il mondo”.

A commentare la firma dell’uomo di riferimento del team è anche il presidente del Team e massimo finanziatore, Sua Eccellenza Matar Suhail Al Yabhouni Al Dhaheri: “Siamo molto felici di poter avere in squadra Tadej per i prossimi anni, dato che ci sta aiutando a trasformare negli Emirati Arabi Uniti l’atteggiamento neo confronti del ciclismo e della bicicletta. Siamo molto orgogliosi di lui e di tutti i traguardi che, assieme alla squadra, sta raggiungendo. Avere campioni sportivi come Tadej in rappresentanza della nostra nazione ci offre la possibilità di dare ampio risalto al nostro messaggio e alla nostra missione: incoraggiare le persone a praticare sport e a seguire uno stile di vita salutare. Stiamo già riscontrando miglioramenti in questo senso e vediamo che sempre più persone utilizzano la bicicletta e apprezzano tenersi in movimento: questo è un passo importante per il nostro Paese”.

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.