CicloMercato 2023, Nairo Quintana smentisce il ritiro: “Non mi arrendo, sono un corridore onesto e voglio tornare a correre”

Nairo Quintana non lascia il ciclismo. Rimasto senza squadra per il 2023 in seguito alla sua positività al Tramadol durante lo scorso Tour de France, che gli è costata una squalifica dalla stessa Grande Boucle, il primo colombiano della storia ad aver vinto un GT, al Giro d’Italia 2014, sembrava sul punto di annunciare il suo ritiro dalla scena. Nella conferenza stampa indetta per oggi ha invece smentito le anticipazioni dei giorni scorsi, spiegando di voler continuare a cercare una squadra, rivendicando la sua onestà sportiva nel corso della sua intera carriera.

“Un vero ciclista non si arrende di fronte alle avversità – spiega leggendo una lettera scritta di suo pugno – Amanti del ciclismo, giornalisti e appassionati che mi hanno seguito nel corso della mia carriera sportiva, la vita di un ciclista, non importa se leader o gregario, membro di un importante team WorldTour o di una umile formazione Professional, ti forma per essere un lottatore. Abbiamo dedicato la nostra esistenza per lottare davanti alle avversità”.

Una introduzione che lo porta dunque ad affermare con decisione di voler continuare, annunciando che il mese prossimo sarà in Europa per cercare di raggiungere un accordo che gli consenta di restare nel grande ciclismo (smentendo così le possibilità di un approdo al Team Medellin – EPM assieme a Miguel Angel Lopez): “Mi senti in forma per continuare, malgrado quanto successo negli ultimi mesi non mi arrendo e continuo a guardare avanti. Continuerò a lottare per continuare il mio percorso nel ciclismo finché il mio corpo e la mia mente resistono. Sono un corridore onesto e lo sono sempre stato. In più di dieci anni di carriera non ho mai avuto alcun problema”.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Rispondi

Back to top button