Volta a Catalunya 2024, Tadej Pogacar si gode la terza vittoria: “Quando ha attaccato la Movistar ho deciso di partire da solo”

Tadej Pogacar cala il tris alla Volta a Catalunya 2024. Tutti lo aspettavano e lui non ha deluso: dopo le vittorie nella seconda e nella terza tappa, rispettivamente a Vallter 2000 e a Port Ainé, il fuoriclasse sloveno mette il suo sigillo anche al Santuario di Queralt e ipoteca, se ancora ce ne fosse stato bisogno, la corsa spagnola che si concluderà domani a Barcellona. Un successo ancora una volta senza storia quello che ha visto il leader della UAE Team Emirates partire da solo a 29 chilometri dal traguardo, sulla penultima salita di giornata, concludendo con un minuto di vantaggio sui primi inseguitori, Egan Bernal e Mikel Landa.

“Due squadre non erano felici che controllassimo noi la corsa oggi – commenta sorridente il classe 1998 ai nostri microfoni – Sulla salita più lunga di giornata la Visma Lease a Bike ha imposto un ritmo durissimo, ma alla fine io, Marc Soler e Joao Almeida siamo riusciti a scollinare insieme con altri sette corridori. Per noi quella era una buona situazione, ma poi un gruppo è rientrato da dietro. La Movistar a quel punto ha deciso, sulla penultima salita, di fare una grande offensiva. E lì la corsa è esplosa, perché altrimenti avremmo continuato a tirare con Marc Soler e tutto si sarebbe deciso sull’ultima salita. Quando invece ha attaccato la Movistar ho deciso di partire da solo per provare ad arrivare al traguardo”.

Nonostante la classifica sia più che rassicurante, con il distacco su Mikel Landa (Soudal Quick-Step) che è di 3’31”, il focus del leader della classifica generale rimane comunque sulla tappa di domani, che immagina “frenetica” e “spettacolare” con i corridori impegnati per 145 chilometri nei dintorni di Barcellona, prima di concludere con il tradizionale circuito con al suo interno la salita del Montjuic.

“Stasera possiamo festeggiare e rilassarci sul bus mentre torniamo in hotel, poi vedremo cosa possiamo fare domani – conclude dopo aver mostrato di apprezzare l’atmosfera, le strade e il pubblico di questa corsa – L’obiettivo principale è conquistare la classifica generale e vedere a che punto è Joao Almeida in classifica, perché penso che sia abbastanza vicino alla Top5, quindi vedremo cosa possiamo fare”.

Rispondi

Pulsante per tornare all'inizio