© Photogomez Sport

Movistar, Enric Mas prepara anche quest’anno l’accoppiata Tour-Vuelta per “svolgere un ruolo importante”

Enric Mas è l’uomo di riferimento della Movistar per le corse a tappe. Il 26enne scalatore spagnolo è reduce da un 2020 piuttosto positivo che lo ha visto chiudere al quinto posto sia il Tour che la Vuelta. Si tratta di due risultati importanti che confermano le sue doti di regolarista, che lui spera possano portarlo finalmente a salire quantomeno sul podio di un Grande Giro già quest’anno. Anche nel 2021 il suo obiettivo sarà il Tour de France, corsa nella quale sarà sicuramente affiancato dal nuovo compagno di squadra, Miguel Angel Lopez.

“Sportivamente sogno di fare un meglio rispetto allo scorso anno – ha spiegato in un’intervista a Radio MARCA – Al Tour e alla Vuelta non sono andato benissimo, ma per me sono andato abbastanza bene”. Grossomodo ricalcherà lo stesso programma anche quest’anno: “Siamo anche molto concentrati su un inizio di stagione molto interessante con i nuovi compagni di squadra. Il primo obiettivo sarà lottare per vincere nella prima parte di stagione e poi farò l’accoppiata di Grandi Giri“.

L’avvicinamento al Tour ricalcherà quello dell’anno scorso: “La preparazione del Tour cambierà un po’ ma sulla carta sarà come ogni anno. Per me non è né migliore né peggiore dell’anno scorso, solo diverso. Lavorerò per essere in grado di svolgere un ruolo importante“. Esclude quindi una partecipazione ai Giochi Olimpici: “Sono concentrato sul Tour e non cambierò idea”.

Il suo riferimento in squadra resta sempre Alejandro Valverde: “In squadra mi hanno sempre messo al suo fianco per imparare e cercare di seguire le sue orme. Abbiamo in squadra uno dei migliori corridori della storia e dobbiamo approfittarne. Andiamo d’accordo. Ognuno ha le sue peculiarità, ma io lo osservo per migliorare sotto vari aspetti”, confessa.

Ora potrà contare anche su Miguel Angel Lopez, che non vede come un rivale al Tour: “Al Tour, ad esempio, se Miguel Angel andrà meglio di me, lavorerò per lui e viceversa. Siamo complementari. È un corridore forte che può vincere delle tappe e in questo Tour molte sono buone per lui. Io guardo di più alla generale, ma in gara possiamo sicuramente andare d’accordo”.

Non sarà però facile battere la concorrenza di Pogacar e Roglic: “Sono due corridori come tutti gli altri, che prima o poi non saranno imbattibili e man mano che la gara procede vedremo cosa accadrà. Quello che spero è continuare ad imparare, continuare a crescere e far parte di questa squadra divertendomi”.

Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.