© Sirotti

INEOS Grenadiers, un anno “spettacolare” per Richard Carapaz che punta le Olimpiadi: “Sarà una grande sfida”

Si è da poco chiuso un 2020 molto interessante per Richard Carapaz. Lo scalatore ecuadoriano, vincitore del Giro d’Italia 2019, è riuscito a ritagliarsi uno spazio importante al primo anno nella INEOS Grenadiers in un contesto che si sarebbe potuto rivelare insidioso per lui che arrivava da tre anni e mezzo in Movistar. Le difficoltà incontrate da Bernal, Thomas e Froome hanno lasciato spazio al carattere della Locomotora, che sia al Tour de France che alla Vuelta a España ha sfruttato ogni occasione per mettersi in mostra. Non è riuscito a centrare successi di tappa, ma le prestazioni sono state di altissimo livello a conferma che la vittoria al Giro dell’anno scorso non è stata un caso.

Per me è stato un anno speciale, perché è il primo anno alla Ineos ha coinciso con una stagione favolosa perché mi sono adattato rapidamente, è stato un anno spettacolare” ha spiegato in una conferenza stampa in Ecuador. Il feeling con la squadra è stato immediato, tanto che si sente “già un veterano con loro”. Il morale è quindi altissimo: “Abbiamo ottenuto questi risultati in un periodo così breve, quindi immaginate cosa si può ottenere in tre o cinque anni, perché è un progetto abbastanza importante, abbiamo la capacità, il desiderio, i sogni e la voglia di fare bene le cose” ha quindi aggiunto.

Per quanto riguarda la prossima stagione, uno dei principali obiettivi sono i Giochi Olimpici: “I Giochi Olimpici sono un grande evento, non solo da atleta, ma come ecuadoriano difendere il tricolore è molto speciale quindi dobbiamo continuare a lavorare. Andremo ai Giochi Olimpici al cento per cento, perché non rappresentiamo soltanto un marchio o una persona, ma rappresentiamo un intero Paese, e per molti deve essere qualcosa di molto importante. Per me sarà una grande sfida“.

L’importante è che la Federazione continui a lavorare per lanciare nuovi talenti per avere in futuro una rappresentanza costante: “È bello sapere che l’Ecuador ha diversi ciclisti di spicco come Jonathan Caicedo, Jhonatan Narváez, Jefferson Cepeda, Alexander Cepeda e Miryam Núñez, che ora non rappresentano solo la loro città, ma anche il Paese”.

Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.