© Sirotti

Amstel Gold Race 2019, Peter Sagan prima opzione di una Bora altamente competitiva

Peter Sagan prosegue con le Ardenne. Dopo una campagna del pavé deludente visto l’acuto mancato, il tre volte iridato sarà questa domenica 21 aprile al via della Amstel Gold Race 2019, prima corsa del Trittico più atteso del calendario internazionale ciclistico. Il capitano della Bora – hansgrohe si presenta quest’anno con ambizioni rinnovate al via della corsa neerlandese alla quale era già tornato lo scorso anno con un bel quarto posto dopo cinque anni di assenza. Il miglior risultato al momento rimane il terzo posto del 2012, quando il traguardo era ancora sul Cauberg, ma mai come quest’anno potrebbero essere queste corse a riscattare la sua prima parte di stagione non proprio entusiasmante.

Al fianco del campione slovacco, che poi punterà anche alla Liegi – Bastogne – Liegi la domenica successiva, una selezione che comunque offre anche opzioni viste le presenze di un corridore in grande forma come Maximilian Schachmann, reduce dai tre successi al Giro dei Paesi Baschi, e di un Jay McCarthy sinora non particolarmente brillante, ma che in queste corse ha già dimostrato di poter fare molto bene. Con anche Patrick Konrad per poter indurire la corsa in salita, la compagine tedesca si presenta dunque come una delle più competitive. A completare il gruppo tre solidi gregari come Cesare Benedetti, Marcus Burghardt e Daniel Oss, pedine preziose per tenere la testa del gruppo.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.