Un Anno Fa…UAE Team Emirates, Tadej Pogačar pronto per il debutto stagionale: “Stiamo creando un’epoca speciale per il ciclismo”

Tadej Pogačar è pronto per iniziare il suo 2023 agonistico. Lo sloveno della UAE Team Emirates sarà infatti al via della Clasica Jaén Paraiso Interior 2023, corsa di un giorno che si disputa oggi – lunedì 13 febbraio – e che è caratterizzata da un cospicuo numero di tratti sterrati. Il vincitore di due Tour de France (2020 e 2021) ha scelto quindi la gara spagnola, simile per certi versi alla Strade Bianche, mentre non sarà al via dell’UAE Tour 2023, di cui era “campione in carica”, dopo aver dovuto ristrutturare il suo calendario a seguito di un problema fisico che lo ha colpito nelle scorse settimane.

“Jaén era un buon modo per iniziare la stagione – le parole di Pogačar raccolte da Marca – Anche perché questa corsa arriva giusto prima della Vuelta a Andalucia 2023. Quest’anno non ho fatto periodi in altura e sto seguendo una preparazione un po’ più graduale. Quindi, abbiamo pensato che la Clasica Jaén fosse l’appuntamento migliorare per cominciare. So che è una corsa diversa dalle altre, con lo sterrato. Ho voglia di viverla e di essere protagonista”.

Lo sloveno dà anche uno sguardo generale alla situazione ciclistica generale: “Difficile dire se questa sia il periodo migliore della storia del ciclismo, quelli precedenti non li ho vissuti. Però, per quello che stiamo provando in gruppo negli ultimi anni, ho la sensazione che stiamo creando un’epoca speciale. Il mio futuro? È normale che il rendimento prima o poi possa calare. Quel che posso fare è spingere al massimo e continuare a divertirmi. Quello che succederà più avanti è fuori dal mio controllo”.

Pogačar ha parlato anche di un suo nuovo compagno di squadra, Jay Vine, che ha iniziato la stagione alla grande, vincendo il Tour Down Under 2023: “Quello che lui e la squadra hanno fatto in Australia è stato davvero impressionante, da togliersi il cappello. D’altro canto, penso che la UAE stia diventando sempre più forte, gradualmente ogni anno. Ma sappiamo che dovremo misurarci con altre grandi squadre. –Jonas Vingegaard e Remco Evenepoel? Saranno sicuramente due grandi rivali, ma ci sono da considerare anche altri ragazzi. Il livello del ciclismo ora è altissimo e non puoi sottovalutare nessuno”.

Rispondi

Pulsante per tornare all'inizio