Tour de France 2019, Viviani rallentato da una foratura: “Bisogna accettarlo, può capitare”

Elia Viviani è il grande deluso della volata di oggi al Tour de France 2019. Il veronese della Deceuninck – Quick – Step arrivava dal bel successo di Nancy ma, nonostante l’ottimo lavoro svolto dalla sua squadra fino agli ultimi metri, non è riuscito a giocarsi il successo a Chalon-sur-Saône. Secondo quanto appreso dopo il traguardo, la sua volata è stata condizionata da un problema meccanico che gli ha impedito di sviluppare la velocità necessaria ad insidiare gli avversari che gli sono arrivati davanti. A questo punto, con un weekend dedicato alle salite, ci dovrebbe essere di nuovo spazio per i velocisti lunedì.

All’ultima curva stavo per scivolare e ho quasi forato – ha ammesso ai microfoni di Rai Sport – Avevo la ruota davanti sgonfia per più della metà. Mi dispiace per i compagni hanno fatto un ottimo  lavoro. Faccio i complimenti a Groenewegen che ha fatto un’ottima volata”. Viviani descrive poi nel dettaglio com’è andata la volata: “Avevamo pianificato di prendere la testa dopo l’inversione a U, ma ce l’abbiamo fatta prima quindi è andata anche meglio. Poi quando mi sono alzato sui pedali gli altri andavano più veloce. Bisogna accettarlo, capita a chiunque. Dispiace, ma può capitare“.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.