DA NON PERDERE
© ASO/Broadway

Tour de France 2018, Sagan: “Van Avermaet è partito presto, sono stato fortunato a resistere a Colbrelli”

Peter Sagan concede il bis al Tour de France 2018. Già a segno domenica scorsa a La Roche-sur-Yon, il leader della Bora-Hansgrohe si è ripetuto a Quimper sfondando così la doppia cifra in carriera nella casella dei successi alla Grande Boucle. Proprio come era avvenuto nella seconda tappa il tre volte Campione del Mondo ha regolato in volata Sonny Colbrelli (Bahrain Merida), dopo aver gestito alla perfezione le fasi finali di una frazione snodatasi su un tracciato mosso e tecnico. Pilotato dai compagni fin sotto la flamme rouge, lo slovacco è rimasto al coperto fino all’ultima curva prima di dar vita a una progressione inarrestabile che non ha lasciato scampo agli avversari.

“Sono stato fortunato, anche questa volta era arrivato Colbrelli in forte rimonta. I compagni hanno fatto un gran lavoro, anche nel finale con Bodnar che mi ha tenuto al coperto. Mi hanno sempre portato nelle migliori posizioni negli ultimi chilometri, quando anche la Sky ha fatto un’alta velocità e ha provato a piazzare il colpo”. Il segreto del successo della maglia verde, per sua stessa ammissione, è stato nell’attesa: “Van Avermaet è partito molto presto. Questo percorso non è paragonabile a una classica, ma ogni vittoria ottenuta al Tour de France è diversa dall’altra. Anche oggi c’erano tanti saliscendi e non era facile imporsi. Non ho guadagnato molto per la maglia verde rispetto alle previsioni, ma va bene così”.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.