Vuelta a San Juan 2023, Fabio Jakobsen: “Battere così tanti velocisti di vertice fa bene al morale, speriamo di non fermarci qui”

Fabio Jakobsen e la Soudal-QuickStep fanno tutto alla perfezione nella seconda tappa della Vuelta a San Juan 2023. Dopo non essere riuscito a prendere parte alla prima volata della corsa argentina, il velocista neerlandese ha colto subito la seconda opportunità sul traguardo di San José de Jáchal, dove è stato in grado di mettere in fila tutti quanti andando così a prendersi il primo successo stagionale. Partito a 150 metri dal traguardo, il campione europeo ha poi coronato al meglio il lavoro svolto dalla squadra belga durante tutta la giornata, con il 26enne che non ha mancato di ringraziare i compagni di team nel dopo tappa.

“Devo questo risultato a loro – ha esordito Jakobsen – Pieter (Serry, ndr) e Jan (Hirt) hanno controllato la tappa dall’inizio, assicurandosi che la fuga fosse ripresa prima che le cose iniziassero a scaldarsi. Poi Remco (Evenepoel) è subentrato a tre chilometri dalla fine e mi sono sentito onorato di avere un corridore di livello mondiale che ha fatto ciò che ha fatto. Poi Yves (Lampaert) e Michael (Morkov) sono stati perfetti nel lead-out, lasciandomi in una posizione perfetta, e da lì in poi ho dovuto fare il mio. Sono davvero orgoglioso di avere compagni di squadra così straordinari intorno a me“.

“Vincere oggi mi rende molto felice, soprattutto dopo la prima tappa – ha proseguito il velocista neerlandese – Faceva caldo, ma alla fine ho avuto le gambe più veloci. Battere così tanti velocisti di vertice fa bene al morale. Ora abbiamo la nostra vittoria e speriamo di non fermarci qui, perché la settimana porterà qualche opportunità in più”.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Rispondi

Back to top button