Exact Cross, Wout Van Aert straccia la concorrenza all’esordio: “Non è stato facile, ma stavo meglio di quanto pensavo”

Wout van Aert non si è fatto attendere. La prima gara lo vede infatti subito vincere dominando l’Exact Cross di Essen. Dopo le prime tornate in cui è rimasto più tranquillo, cercando di valutare la sua gamba rispetto a quella dei rivali, progressivamente ha fatto il vuoto con una accelerazione dal terzo giro che lo ha visto isolarsi in testa. Dopo quattro giri il vantaggio era così superiore ai trenta secondi sui primi inseguitori, fino a triplicare all’arrivo sul secondo classificato, mentre il podio si decideva quasi tre minuti dopo il suo arrivo. Una corsa senza storia quella che ha visto il portacolori della Jumbo – Visma impressionare da subito, anche se chiaramente numerosi erano gli assenti.

“Oggi mi sono davvero divertito – commenta dopo l’arrivo – È stata estremamente dura, le condizioni sono diventate sempre più difficili. Quindi non era scontato riuscire ad andare avanti allo stesso modo. Sono partito in modo prudente. Abbiamo fatto un primo giro veloce, quindi è apparso subito evidente che alcuni ragazzi stavano sbagliando. Dopo due o tre giri ho cercato le aree in cui potevo fare la differenza. L’ho fatto dopo aver visto qual era il livello e chi era forte”.

Una volta capito, è arrivato il momento di fare la differenza, sorprendendosi in prima persona per il livello espresso. “È stata una corsa insidiosa, in cui si è andati oltre i propri limiti. È stato molto difficile anche per me alla fine, non era certo un percorso facile con cui iniziare, ma le mie sensazioni erano migliori di quanto pensassi in partenza”.

Il belga respinge poi eventuali accuse di tatticismo al riguardo: “Sono sincero, non sapevo davvero come sarebbe andata oggi. Credo che la gente sappia che sono fatto così. È stato davvero bello correre vicino a casa e vedere alcune facce familiari. Mi fa piacere quando posso accontentare i tifosi”.

Rispondi

Pulsante per tornare all'inizio