© UEC

Ciclocross, il covid colpisce ancora: cancellata la manche di Anversa, Rucphen a porte chiuse

Il covid rischia di colpire duro gli eventi di ciclocross. Con l’arrivo in Europa della variante Omicron che si inserisce in un contesto di peggioramento dei numeri in molti paesi, la situazione si fa più difficile. A farne le spese, viste le nuove norme imposte in molte aree, sono in questo periodo ovviamente gli organizzatori, che devono trovare soluzioni per garantire la sicurezza, ma anche un ritorno economico al proprio investimento. Se in Belgio il pubblico è attualmente ancora consentito, serve affrontare spese aggiuntive per affrontare le misure di sicurezza aggiuntive e non è certo una situazione semplice.

Primi a rinunciare sono quelli di Golazo, nota società organizzatrice in Belgio, che fa sapere di aver deciso per la cancellazione della manche di Coppa del Mondo di Anversa. “Il ciclocross ad Anversa vive del pubblico ed è tradizionalmente un luogo di incontro per tutti gli Anversani che amano il ciclocross e l’atmosfera – spiega Christophe Impens – Ma per garantire una sicurezza ottimale e la salute di tutti, dovremmo imporre numerose misure extra che sono anche difficilmente controllabili. Questo vale per il pubblico lungo il percorso, ma a maggior ragione nelle cosiddette tende atmosferiche, così come nella tenda dei VIP. Non è una decisione facile, ma la città di Anversa la capisce in considerazione della difficile situazione della pandemia e delle misure modificate”

In programma domenica 5 dicembre, avrebbe dovuto rappresentare uno dei primi eventi della stagione invernale di Tom Pidcock e Wout Van Aert, ma non si svolgerà e l’organizzazione conferma che anche i suoi altri eventi sono a rischio: “Stiamo aspettando la prossima riunione del comitato federale prevista per il 15 dicembre. A seconda delle decisioni prese in quella sede, valuteremo singolarmente riguardo le nostre prossime gare, naturalmente sempre in stretta consultazione con le autorità locali”.

Intanto, nei Paesi Bassi, è stato introdotto l’obbligo di porte chiuse. Prima a farne le spese è stata un’altra prova di Coppa del Mondo, a Ruchpen. Gli organizzatori hanno fatto sapere che nelle condizioni attuali l’evento si svolgerà comunque il 19 dicembre, accogliendo il ritorno alle corse di Mathieu Van Der Poel. Ma ovviamente è un duro colpo per una prova che chiaramente dovrà fare a meno degli introiti derivanti dal pubblico. Dopo le cancellazioni già annunciate di alcuni eventi su strada nei primi mesi dell’anno, la conferma che purtroppo si deve ancora fare i conti con il covid anche in Europa…


• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *