Tour of the Alps 2024, Geraint Thomas già focalizzato sul Giro d’Italia: “È tutto quello a cui sto pensando in questo momento”

Geraint Thomas sta correndo il Tour of the Alps 2024, ma la sua testa è già concentrata sul Giro d’Italia. Il portacolori della Ineos Grenadiers non nasconde che, dopo la beffa della passata edizione, ha ancora un conto aperto con la Corsa Rosa e che questa breve corsa a tappe alpina è il perfetto trampolino di lancio per riuscire a fare meglio dello scorso anno. Lo scalatore gallese, intervistato ieri da WielerFlits, ha inoltre rivelato di sentirsi meglio rispetto al 2023 e di essersi preparato per affrontare al meglio la doppietta Giro-Tour.

Il Tour of the Alps è, secondo Thomas, la preparazione ideale in vista della stagione dei grandi giri, seguendo un programma molto simile a quello della passata stagione: ”Sì, come per lo scorso anno. Non vedo l’ora di fare una gara bella dura con le salite e tutto il resto. Arriva proprio al momento giusto, due settimane dopo la fine di questa mancheranno due settimane all’inizio del Giro. Giusto per perfezionare le cose. Sono cinque buone giornate di corsa dura in montagna. È sempre una cosa buona”.

Il suo inizio di stagione è stato migliore rispetto a quello del 2023, non tanto per le giornate di gara ma per essere riuscito ad allenarsi meglio e con maggiore costanza. ”Penso di stare leggermente meglio – ha ammesso il 37enne gallese – Ho avuto un pochino più di continuità”. Dopo il secondo posto nella scorsa edizione, dove è stato superato in classifica da Primoz Roglic nell’ultima tappa a cronometro, quello tra Thomas e il Giro d’Italia è un conto ancora aperto: ”Sì, ovviamente non è finita nel migliore dei modi. Con l’inizio di stagione che avevo avuto è comunque andata bene. Vediamo come andrà quest’anno”.

L’obiettivo del corridore della Ineos in questa stagione è quello di fare bene sia al Giro che al Tour de France. C’è differenza nel preparare solo il Giro rispetto al Giro più Tour? ”Leggermente diverso. Tutto quello a cui sto pensando in questo momento è il Giro. Ho provato ad essere un po’ più costante nell’avvicinamento alla corsa. Poi alla fine del Giro penseremo al post-Giro” ha poi concluso il vincitore del Tour de France 2018.

Rispondi

Pulsante per tornare all'inizio