Movistar, Landa non si opera ma rinuncia alla Vuelta a Andalucia

Mikel Landa ha deciso di non operarsi per ridurre la frattura alla clavicola in cui è incappato cadendo nella prima prova del Challenge Mallorca 2019. L’alfiere della Movistar, che in un primo momento sembrava dover finire sotto i ferri, si affiderà a un trattamento con cellule staminali per accelerare il processo di recupero dall’infortunio. Intanto è stata però ufficializzata la sua rinuncia alla Vuelta a Andalucia 2019, gara a tappe in programma dal 20 al 24 febbraio e che rappresentò il suo debutto con la nuova maglia un anno fa, quando concluse al sesto posto in classifica generale a 42” dal vincitore Tim Wellens (Lotto Soudal). Lo scalatore basco, che ha già rassicurato tutti in merito alla sua partecipazione al Giro d’Italia (11 maggio-2 giugno), al quale si presenterà al via da capitano, e al Tour de France (6-28 luglio), dove correrà in appoggio a Nairo Quintana, dovrà verosimilmente rivisitare il suo percorso di avvicinamento ai due obiettivi.

 

 

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.